Il sindaco di Taormina, Eligio Giardina (nella foto a destra) replica agli attacchi del gestore della piscina comunale Alessandro Gaglio (nella foto a sinistra)
Il sindaco di Taormina, Eligio Giardina (nella foto a destra) replica agli attacchi del gestore della piscina comunale Alessandro Gaglio (nella foto a sinistra)

Giardina smentisce il gestore – «Il Cvsm ha lamentato danni che non esistono e una situazione drammatica che non corrisponde in alcun modo al vero». Lo afferma il sindaco Eligio Giardina che replica al gestore della piscina, Alessandro Gaglio, e interviene con toni forti sui danni lamentati dal Corpo Volontario di Soccorso in Mare a seguito delle raffiche di vento che nelle scorse ore hanno interessato l’impianto di contrada Bongiovanni. Il primo cittadino non ha gradito le affermazioni del responsabile del Cvsm e passa al contrattacco e lancia un duro monito: «Adesso basta, da questo momento non tollereremo più attacchi e critiche prive di fondamento».

Effettuato il sopralluogo – «E’ incredibile – afferma Giardina – quanto ho appreso dai mezzi di informazione sulla piscina comunale. Dalle dichiarazioni del gestore della piscina si evince un quadro catastrofico che non corrisponde in alcun modo al vero. Mi sono attivato subito, in quelle stesse ore di giovedì, per un sopralluogo in piscina ed ho disposto una relazione da parte del personale dell’Ufficio Tecnico e della Polizia municipale dal quale si evince chiaramente che l’unico e solo danno verificatosi alla piscina è una porta divelta dal vento, che era stata incautamente lasciata aperta. Non c’è stato niente di più. E allora – prosegue il primo cittadino – prima di fare proclami sui danni, mi auguro che la prossima volta ci sia una maggiore prudenza. Non è ammissibile che si faccia allarmismo in questo modo. Non è affatto vero – continua il sindaco – che il Comune non è presente e non si può persino utilizzare il problema metereologico in maniera strumentale per dare la colpa sempre e comunque all’ente locale. A questo gioco al massacro noi non ci stiamo più. Sia chiaro una volta per tutte che la piscina comunale è un immobile che appartiene alla Città di Taormina e a nessun altro».

Il Comune sempre presente – «Questa interminabile sequenza di continui attacchi e lamentele – conclude Giardina – ci lascia fortemente perplessi. Bisogna verificare e valutare con attenzione una situazione prima di parlare di “gravi danni”. In questa circostanza, come nelle precedenti, ci siamo attivati prontamente ed il quadro non è quello descritto dal Cvsm. E ci tengo anche a chiarire che con questo mio intervento non intendo replicare al Cvsm, ma ristabilire la verità dei fatti».

© Riproduzione Riservata

Commenti