L’allarme del comitato – Strade pericolose e al buio, e il Comitato “Amici delle Contrade” chiede al Comune di Taormina di intervenire. Alcune lettere con richieste di intervento sono state, infatti, recapitate ieri mattina agli uffici di Palazzo dei Giurati dal coordinatore del comitato Cesare Strazzeri. I residenti delle contrade tornano cosi a sollecitare una maggiore attenzione da parte della casa municipale per le popolose aree periferiche.

Tante tasse e pochi risultati – «Il Comitato Amici delle Contrade – si legge in una delle comunicazioni trasmesse al Comune – ha più volte espresso la necessità di avere una maggiore illuminazione stradale delle contrade di Mastrissa, Palì, Trupiano, Grimaudo, ed infatti in alcuni tratti, il manto stradale è ormai precario e vi è anche la totale mancanza di illuminazione pubblica, di guarda rail, e di segnaletica stradale verticale e orizzontale. Il tutto rende le carreggiate pericolosissime, specialmente per i turisti che ormai abitualmente frequentano le nostre zone e che magari si aspetterebbero un minimo di cura in cose, che se non svolte sommariamente, potrebbero mostrare un minimo di cura in più per il territorio. Pertanto si chiede una programmazione da eseguire in tempi utili, visti anche i proventi delle numerose tasse che i cittadini delle contrade stanno pagando, e dei quali ancora non vediamo i frutti, tipo gli incassi della Tarsu e della Tari».

Situazioni di pericolo – «Buche e voragini – sottolinea Strazzeri in una ulteriore missiva – mettono in serio pericolo attualmente gli automobilisti e l’utilizzo dei mezzi a due ruote diventa un’impresa. Le condizioni del manto stradale sono molto peggiorate. Si chiede, quindi, di provvedere ad una bitumazione dei punti più pericolosi, anche perchè più passa il tempo e più la situazione tende a peggiorare, imponendo poi l’utilizzo di somme molto più ingenti e interventi assai più gravosi per l’economia comunale».

© Riproduzione Riservata

Commenti