Taormina, casa di riposo Carlo Zuccaro
Taormina, casa di riposo Carlo Zuccaro

Incontro chiarificatore – Faccia a faccia tra Giunta comunale e i consiglieri di opposizione sul futuro della casa di riposo “Carlo Zuccaro”. L’incontro, sollecitato dalla minoranza, si è svolto nelle scorse ore a Palazzo dei Giurati. La gara d’appalto per la nuova gestione della struttura di contrada Sant’Antonio è stata revocata nei giorni scorsi dall’Amministrazione per alcuni “vizi di forma” nella procedura e l’opposizione ha cosi sollecitato il governo cittadino a illustrare come intende ora muoversi. I consiglieri di minoranza hanno ora chiesto chiarezza su cosa intenda fare l’Esecutivo diretto dal sindaco Eligio Giardina. Al tavolo, oltre al primo cittadino, c’erano anche il vicesindaco e assessore ai Servizi sociali, Mario D’Agostino, e i consiglieri di opposizione Alessandra Caltabiano, Pinuccio Composto, Nunzio Corvaia, Liliana Tona, Graziella Longo, Piero Benigni e Carmelo Valentino. Era presente anche il dirigente dei Servizi Sociali, il Comandante Agostino Pappalardo.  Al termine del vertice è emerso che, dopo aver bloccato l’ormai precedente iter, la casa municipale aspetterà un mese circa e poi rifarà il bando di gara, andando cosi ad indire una nuova procedura ad evidenza pubblica. Servirà, insomma, ancora un pò di tempo per decretare l’affidamento della struttura per anziani in vista dei prossimi anni. Nel complesso sono però arrivate rassicurazioni dalla casa municipale sulla volontà di risolvere la problematica, attraverso i vari passaggi necessari.

L’iter procedurale che verrà seguito – La casa di riposo ad oggi è gestita in fase di prorogatio dall’Associazione “Istituto S.Alessio” che si aggiudicò la precedente gara del 2008. L’opposizione che già da tempo contestava la procedura di gara appena revocata, ha chiesto ai vertici della casa municipale maggiore attenzione nella predisposizione della nuova procedura. Si punta a sbloccare una situazione di sostanziale incertezza che si protrae da parecchio tempo e che nei mesi recenti ha visto divampare a più riprese roventi polemiche proprio tra l’opposizione e l’Amministrazione ma anche tra i consiglieri stessi di minoranza e l’associazione che attualmente gestisce la casa di riposo di contrada Sant’Antonio. I consiglieri di opposizione hanno chiesto, come detto, rassicurazioni alla Giunta circa i prossimi passaggi burocratici in vista della nuova gara ed è stato anche ipotizzato che nel nuovo bando possa essere inserita anche qualche problematica come quella del funzionamento della cabina elettrica. I relativi interventi da effettuare potrebbero andare, a quanto pare, a carico proprio del futuro ente gestore. Le prossime settimane si preannunciano, insomma, molto importanti per delineare il futuro della casa di riposo, struttura le cui vicende vengono seguite con attenzione da tanti taorminesi che in quel centro hanno ricoverati parenti e amici.

© Riproduzione Riservata

Commenti