Premiazione Aci, Premio Ferrari
Premiazione Aci, Premio Ferrari - Foto Saro Laganà / TAORMINAtoday ©2016

L’Automobile club d’Italia ha premiato a Taormina i campioni del volante 2015. Alla grande festa in terra sicula erano presenti piloti, team ed appassionati per l’unico evento di premiazione nazionale dei vincitori dei titoli tricolori 2015 dell’automobilismo, che è culminato con l’assegnazione dei Volanti d’Oro (a Luca Ghiotto), d’Argento (a Simone Faggioli) e di Bronzo (a Gianluca Linari) e con uno speciale riconoscimento ai vincitori dei Trofei “Gino Macaluso” (Antonio Giovinazzi) e “Michele Alboreto” (Diego Bertonelli). Il Premio alla carriera è andato a Dindo Capello, mentre un trofeo particlare è stato consegnato a Ninni Vaccarella. Grande emozione soprattutto per il premio alla Scuderia Ferrari, consegnato a Massimo Rivola. Il trofeo “Uno di noi” è invece andato ad Antonio Fuoco.

L’intervento del presidente Aci, Angelo Sticchi Damiani – Ad aprire la serata, presentata da Guido Schittone, è stato il presidente dell’ Aci, Angelo Sticchi Damiani: «Non c’è luogo più appropriato della Sicilia per festeggiare i campioni e per incontrare tutte le componenti dell’automobilismo sportivo tricolore – ha dichiarato il presidente – perché quella sicula è una terra ricca di tradizione, storia e passione motoristica. Un territorio in cui sono state scritte pagine importanti della nostra storia sportiva, dove l’amore infinito verso i motori si sposa con la grande professionalità di chi ogni anno organizza gare eccezionali ed appuntamenti prestigiosi nelle rispettive discipline».

Il video-messaggio di Jean Todt – «Con questa cerimonia si chiude un anno intenso per l’automobilismo sportivo»: a dichiararlo, con un video-messaggio, è stato il presidente della Fia, Jean Todt. «Un anno che, su piano interno – ha detto Todt – ha visto il rafforzamento dei campionati in pista e nei rally, con il tricolore che ha mostrato evidenti segnali di rinascita con numeri assolutamente importanti. Sul piano internazionale, attraverso l’ Aci Team Italia i migliori giovani piloti hanno potuto affacciarsi alla ribalta mondiale. Ragazzi di sicuro talento come Luca Ghiotto, Raffaele Marciello, Fabio Andolfi e Damiano De Tommaso. A loro, in particolare, dico di continuare a crederci e immaginarsi un futuro importante. Un saluto affettuoso va a due campioni che hanno legato il loro nome a due grandi gare: Ninni Vaccarella, la storia della Targa Florio, e Dindo Capello, più volte vincitore della 24ore di Le Mans. Un saluto va anche ai campioni italiani 2015. Anche per loro i traguardi raggiunti devono essere un grande stimolo per il futuro della loro passione motoristica. Un abbraccio ideale a tutta la Sicilia, cuore pulsante dell’automobilismo sportivo, in vista di un anno che vedrà la regione tornare al centro dell’attenzione, con la celebrazione dei 100 anni della Targa Florio, la corsa più antica del mondo. In questa terra unica, già nel 1906 si pensava in chiave moderna al mondo delle corse. Da qui dobbiamo ripartire per affrontare nuove sfide».

Il saluto dell’assessore regionale Anthony Barbagallo – All’evento dell’Aci è intervenuto anche l’assessore regionale al Turismo e allo Sport, Anthony Barbagallo. «Sono orgoglioso che una manifestazione nazionale così importante si sia svolta in Sicilia, una terra che all’automobilismo ha dato tanto. Quest’anno festeggiamo anche l’edizione numero 100 della Targa Florio. Tra i miei obiettivi, c’è anche il rilancio turistico e sportivo della Catania-Etna». A fare da padrone di casa, il vicesindaco di Taormina, Mario D’Agostino. Alla serata di gala era presente anche Gino Cundari, punto di riferimento del mondo automobilistico a Taormina e in tutta la riviera jonica.

Grandi momenti di intrattenimento con Salvo La Rosa e Antonello Costa – Tanti applausi anche per due personaggi molto amati dal pubblico siciliano: il giornalista Salvo La Rosa (storico conduttore della fortunatissima trasmissione televisiva “Insieme”) e il cabarettista Antonello Costa. Quest’ultimo ha indossato i panni di “Don Antonino” e di Charlie Chaplin, conquistando sin da subito e per tutta la serata la simpatia di tutti i presenti in sala.

© Riproduzione Riservata

Commenti