Albergatori Taormina

L’unione fa la forza – Le cinque associazioni albergatori della provincia di Messina, aderenti a Federalberghi, provano a fare quadrato per un obiettivo comune: il rilancio del turismo.Da questa esigenza e con questa aspettativa comune si è deciso di sancire un’intesa ed un vero e proprio “patto di programma” con un Comitato di coordinamento. Il documento siglato nelle scorse ore dalle cinque associazioni riguarderà molteplici ambiti operativi e nel dettaglio. marketing del territorio, rapporti sindacali e contratto di lavoro, formazione, demanio, tariffe servizio rifiuti e idrico, tasse e tributi e collegamenti marittimi e terrestri. Su tutto questo si è deciso di avviare una piattaforma congiunta di pianificazione delle iniziative per lo sviluppo del territorio.

Il primo polo turistico siciliano – Quella di Messina – sia per estensione del territorio sia per valenza turistica – rappresenta una sorta di unicum italiano in quanto è l’unica provincia in Italia a poter contare su ben cinque associazioni territoriali aderenti a Federalberghi: Giardini Naxos, Isole Eolie, Letojanni & Val D’Agro, Messina e Taormina. Ed eloquenti sono i dati della zona jonica dove Taormina e Giardini Naxos, pur tra mille problemi e tante occasioni perse, da sole garantiscono circa 2 milioni di presenze turistiche ogni anno, ponendosi in un ruolo trainante per l’intero settore siciliano, col titolo infatti di primo polo turistico dell’isola. Adesso si è arrivati alla decisione di unire le forze, sfruttando una vera e propria opportunità di crescita condivisa attraverso la nascita di un Comitato di Coordinamento permanente. L’organismo consentirà di sfruttare al meglio e in modo strutturato, tutte le opportunità che dovessero emergere per gli associati delle associazioni aderenti.

Sinergie regolari e organizzate – Si è cosi delineata una sorta di integrazione orizzontale su quelle tematiche e metodologie che dovessero risultare replicabili o sinergiche nell’ambito dei territori coinvolti. «Negli ultimi anni – fanno sapere le cinque associazioni – abbiamo coltivato una buona sintonia di vedute, collaborando in modo saltuario su alcuni aspetti della vita associativa. Adesso lo faremo con un approccio regolare ed organizzato, dichiarano soddisfatti i cinque presidenti che rappresentano la fetta più importante del ricettivo nella Sicilia orientale: Italo Mennella per Taormina, Giovanni Russotti per Giardini Naxos, Christian Del Bono per le Isole Eolie, Pierpaolo Biondi per Letojanni e Forza D’Agrò, Giuseppe Minniti Traina per Messina». Proprio Mennella, presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina, ha evidenziato la necessità di «fare squadra per ottenere risultati migliori nell’interesse di tutti e dell’intero territorio interessato, valorizzando ciascuno le proprie specificità». «Quest’accordo – concludono le cinque associazioni -, ci consentirà, inoltre, di essere ancora più propositivi ed utili ai nostri colleghi in sede regionale, nell’ambito di URAS Federalberghi Sicilia, oltre che nelle interlocuzioni con Federalberghi in sede nazionale».

© Riproduzione Riservata

Commenti