Panorama da Taormina
Affaccio panoramico da Taormina

Un altro passo avanti – La Giunta comunale ha deliberato nelle scorse ore una nuova presa d’atto dell’iter in corso per la candidatura di “Taormina, Naxos, Valli Alcantara e Agrò” nel patrimonio Unesco, ed ai fini quindi della valutazione che dovrà esprimere la Commissione Nazionale Unesco.
Prossimo step: dossier e piano gestione – In sostanza, si tratta di un placet dell’Esecutivo alla predisposizione del dossier e del relativo piano di gestione che da qui a un anno dovranno essere elaborati e presentati al Ministero dei Beni Culturali e al Ministero dell’Ambiente. Si punta a dare ulteriore slancio all’iniziativa che, dopo una prima fase a suo tempo riguardante per lo più la città di Taormina, è stata poi allargata in chiave comprensoriale ad altri 22 Comuni dell’hinterland. L’iter viene seguito dal sindaco Eligio Giardina, insieme all’assessore alla Cultura Mario D’Agostino e con i vertici Unesco, guidati dal Presidente del Club Unesco di Taormina-Valli d’Alcantara e d’Agrò, conte Giuseppe Tindaro Toscano della Zecca (vicepresidente Ficlu – Federazione Italiana Club e Centri per l’Unesco) ed il vicepresidente del Club Unesco Taormina, Salvo Brocato.

La delibera dell’Esecutivo – La Giunta ha deliberato di «dare seguito – cosi si legge nell’atto – alla volontà di voltare pagina nella gestione del patrimonio culturale dell’area territoriale coinvolta, e che tale iniziativa debba essere meglio indirizzata a qualificare sempre di più la sfida culturale che rappresenta per il comprensorio una grande occasione di cooperazione territoriale per il bene comune, oltre che una occasione di crescita e sviluppo di metodi e modelli innovativi per la valorizzazione del patrimonio culturale e locale». Con questa delibera è stata riconfermata «la volontà e l’impegno a proseguire e sostenere il percorso intrapreso, dando mandato al sindaco del Comune capofila (Taormina) di porre in essere tutti gli atti con particolare per raggiungere l’obiettivo, con riferimento alla preparazione del dossier e piano di gestione richiesti dalla Commissione nazionale dell’Unesco».

I prossimi passi – Il Comune – evidenzia la Commissione Nazionale Unesco – dovrà far pervenire ai Ministeri l’intero dossier della proposta di candidatura informando per opportuna conoscenza questa commissione. La proposta di candidatura sarà presa in esame dal Consiglio Direttivo per l’eventuale inserimento nella Lista Propositiva nazionale, da cui ogni anno vengono selezionate le candidature per la Lista rappresentativa del Patrimonio Materiale e Naturale dell’Umanità da inoltrare all’Unesco. In oggetto all’attività istruttoria della proposta di candidatura la Commissione Unesco si è quindi dichiarata a disposizione lo scorso settembre per «una nuova proposta di candidatura del Comune di Taormina e dei 22 comuni siciliani aderenti al progetto».

© Riproduzione Riservata

Commenti