Giovanni Coco

Scoppia il “caso Coco” al Comune di Taormina – “Tegola”, infatti, sull’Amministrazione comunale che sarà costretta a prevedere una spesa imprevista in bilancio di oltre 42 mila euro per pagare somme dovute a Giovanni Coco, storico dirigente dell’ente locale che ha avuto la meglio in un ricorso presentato nei confronti proprio del Comune davanti al giudice di lavoro. Da tempo è in atto un braccio di ferro che vede il Comune, infatti, schierato sulla posizione secondo cui Coco non avrebbe i titoli per l’inquadramento di dirigente e va considerato, invece, “responsabile di area”.

Ora il Tribunale di Messina – Sezione Lavoro ha accolto un ricorso presentato da Coco che gli assegna delle somme e pone un punto in favore del funzionario nella sua iniziativa intrapresa in opposizione al sostanziale declassamento di mansione.

La sentenza del giudice del Lavoro – «Il Tribunale di Messina – Sezione Lavoro – si legge nel provvedimento emesso dal giudice dott.ssa Graziella Bellino – ingiunge al Comune di Taormina di pagare la somma di 42 mila 472 euro,23 euro in favore di Giovanni Coco, oltre interessi legali dalla scadenza al soddisfo ed oltre le spese del presente procedimento che si liquidano in 286 euro per spese e mille euro per compensi professionali. Si avverte il debitore che entro il termine di 40 giorni dalla notifica del presente decreto potrà predisporre opposizione e che in difetto si potrà procedere ad esecuzione forzata».

La posizione del Comune – Con apposita determina del 13 gennaio scorso il Comune ha ancora ribadito l’inquadramento di Coco, come già dall’anno passato, con una mansione di responsabile di settore. “Nella vigente dotazione organica al Settore V°, pur essendo previsto un dirigente, non esiste alcun dipendente con detta qualifica”, ha disposto il Comune lo scorso 13 gennaio, indicando Coco non come dirigente ma nel ruolo di “Responsabile del Settore IV° e V°: Servizi: Cultura, Pubblica Istruzione, Sport, Archivio Storico, Protezione Civile, Autisti, Servizi Cimiteriali, Gestione Tecnica ed Amministrativa del Palazzo dei Congressi. Il Comune adesso intende proporre opposizione a quanto disposto in favore di Coco. E’ una vicenda che farà discutere a Palazzo dei Giurati e che potrebbe ora finire al centro del dibattito anche in sede di Civico consesso.

© Riproduzione Riservata

Commenti