Si lavora senza sosta per garantire la percorribilità delle strade provinciali montane interessate dalle nevicate che hanno colpito in maniera particolarmente intensa la provincia di Messina. L’attività di uomini e mezzi della Città Metropolitana di Messina (l’ex Provincia regionale) si è concentrata sulle principali direttrici. Tra queste quella che collega i centri di Caronia e Capizzi dove sono stati dislocati due mezzi spazzaneve a turbina e due mezzi spazzaneneve con vomero e spargisale, con l’utilizzo di sei operatori stradali e con l’impiego di 60 tonnellate di sale antighiaccio.

Sulla Provinciale che collega i Comuni di Longi, Galati Mamertino, Tortorici, il bivio di Castell’Umberto e il bivio di Ucria fino alla Ss113 è stato dislocato un altro spazzaneneve, mentre nelle strade secondarie si è provveduto al noleggio di una pala gommata: in totale sono impegnati sei operatori stradali e sono state destinate complessivamente 20 tonnellate di sale antighiaccio.

La situazione più critica si rileva sulla Provinciale che collega Montalbano Elicona, Tripi e S. Piero Patti alla Ss113. Per tale tratta sono impegnate due turbine da neve e due spazzaneve, otto gli operatori stradali al lavoro e 30 le tonnellate di sale antighiaccio a disposizione. In tale zona presta a titolo gratuito un ex dipendente di Palazzo dei Leoni, il signor Natale Alosi, che ha fatto formale richiesta per un suo impiego, istanza che l’Amministrazione ha accolto di buon grado considerato che vive in loco e costituisce un prezioso presidio in caso di emergenze.

Altre criticità interessano la strada provinciale che collega Cesarò a San Teodoro, la strada da San Teodoro a Portella Bufala e un tratto di circa 20 km  che arriva fino al confine con la provincia di Enna. Mezzi al lavoro anche sulle direttrici di collegamento tra i Comuni di Raccuja, Sinagra ed Ucria.

Nel distretto dell’Alcantara le strade provinciali che interessano i Comuni di Mojo Alcantara, Malvagna e Roccella Valdemone sono transitabili. I responsabili della viabilità di Palazzo dei Leoni stanno, inoltre, assicurando assistenza ai centri montani in difficoltà destinando loro sale antighiaccio.

Una serie di interventi che ha assicurato la totale percorribilità delle strade provinciali. La Città Metropolitana di Messina, inoltre, sta provvedendo a rinnovare il parco mezzi a disposizione: a breve saranno consegnati otto Piaggio Porter destinati ai cantonieri e, grazie alla permuta dei Mitsubishi Pajero in dotazione e non più conformi in base alle normative attuali, si provvederà all’acquisto di una grossa turbina da applicare sul Mercedes Unimog U400, attualmente dislocato nel territorio di Caronia e vero fiore all’occhiello di Palazzo dei Leoni, che consentirà di rimuovere 1.800 tonnellate di neve all’ora spargendola a 30-40 metri di distanza dalla sede stradale.

© Riproduzione Riservata

Commenti