«Totò Cuffaro è veramente colpevole di aver favorito la mafia? E, soprattutto, qual è la verità sul processo dell’ex presidente della Regione Siciliana?». La nuova fatica letteraria del giornalista romano Simone Nastasi “Cuffaro tutta un’altra storia. La verità sul processo al presidente del siciliani”, edito da Bonfirraro, muove da questi interrogativi. Nelle pagine del libro lo scrittore indaga tra le migliaia di carte dei diversi dibattimenti e si pone domande a tutto campo, senza pregiudizi, non accontentandosi della sentenza emessa in Cassazione che ha riguardato «il primo condannato della storia politica italiana a scontare in carcere una pena così lunga».

Ad un mese dalla scarcerazione di Totò Cuffaro, Nastasi arriva in Sicilia per la presentazione della sua nuova pubblicazione con la quale rilancia molti dubbi sulle tesi dell’accusa. Già nella prima parte del tour letterario “Cuffaro tutta un’altra storia” ha riscontrato un grande successo di pubblico. Nelle prime tre tappe Catania, Palermo e Raffadali (Ag) in molti sono accorsi per sentire le rivelazioni custodite nel libro. Inizialmente un altro evento era stato previsto a Nissoria (En) ma è stato posticipato a data da destinarsi a causa delle avverse condizioni climatiche.Molte le personalità intervenute durante la due giorni: l’autore e l’editore Salvo Bonfirraro sono stati affiancati via via dai giornalisti Nicola Savoca, Salvo Fleres, Calogero Miceli, Manlio Viola e Claudio Reale, dagli avvocati Piero Lipera, Marcello Montalbano, Nino Caleca, Enrico Quattrocchi e Giuseppe Scozzari e dal dirigente scolastico Agata Gueli.

Due le apparizioni dell’ex presidente Totò Cuffaro, nella città etnea e a Raffadali, suo paese d’origine, dove lo ha travolto un vero e proprio bagno di folla. L’occasione gli è servita per ribadire che «la politica è stata la parte più importante della mia vita, ma si tratta di un capitolo ormai chiuso. Adesso voglio occuparmi di volontariato e delle carceri, che potrebbero essere più umane e rieducative, ma non ci sono le condizioni».

«Non posso che ritenermi soddisfatto» ha dichiarato Nastasi già conosciuto nell’isola per il suo libro d’esordio “Il caso Speziale. Cronaca di un errore giudiziario”. «Ringrazio tutti per il calore con cui sono stato ancora una volta accolto e, in particolare, ringrazio il mio editore Bonfirraro, che si caratterizza nel panorama editoriale italiano per il suo coraggio e l’originalità nella scelta delle sue pubblicazioni». «Ringrazio tutti coloro i quali hanno contribuito all’ottima riuscita degli eventi – ribadisce Bonfirraro – Coerente con la nostra linea editoriale che si ispira a una verità da cercare instancabilmente, il libro si muove su un campo minato che è quello della ricerca di una “giustizia giusta” in uno stato di diritto come l’Italia, al di là dei luoghi comuni e delle logiche del potere che potrebbe coinvolgere ciascuno di noi».

Il tour letterario di “Cuffaro tutta un’altra storia. La verità sul processo al presidente del siciliani” continua in altri centri, non solo in Sicilia, ma anche al di là dello Stretto, in alcune località della Calabria, del Lazio e della Lombardia.

© Riproduzione Riservata

Commenti