Eligio Giardina e Carlo Tavecchio
Eligio Giardina e Carlo Tavecchio

Eligio Giardina: «Il calciomercato a Taormina va avanti» – Calciomercato a Taormina. L’evento che dovrebbe svolgersi nel mese di gennaio, considerando l’inizio, ormai due giorni fa, della finestra invernale del mercato sportivo che si concluderà il 4 febbraio, non dovrebbe avere luogo in città. Almeno questo è quello che ha dichiarato a Saro Laganà il noto albergatore Sebastiano De Luca. Se il primo evento si è svolto ad agosto, il secondo, quasi sicuramente, non dovrebbe avere luogo. A smentire simili ipotesi, però, ci ha pensato il sindaco di Taormina Eligio Giardina che ha rilanciato il progetto e ha affermato che «il calciomercato a Taormina va avanti». Un evento che in estate aveva spinto il comune a investire circa 15 mila euro per una due giorni che aveva al centro il progetto “Sport e Turismo”, dove il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, aveva ricevuto il premio “Taormina-Raimondo Lanza di Trabia”, dedicato al principe palermitano, presidente del Palermo a inizio anni ’50.

Quel premio a Tavecchio e le polemiche di Pasqualin – Non si erano concluse grosse operazioni di mercato e il big che doveva essere presente all’incontro, ovvero il direttore generale e amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, aveva declinato l’invito. Una decisione, con ogni probabilità, maturata in seguito alla presenza nella Perla dello Jonio del presidente della Figc Carlo Tavecchio, che nei giochi di equilibrio del calcio nazionale non ha un ottimo rapporto con alcuni club e tra questi, guarda caso, c’è proprio la Juventus. Un altro “no grazie” era giunto anche dal noto avvocato Claudio Pasqualin, esponente di “Avvocati Calcio”. L’ex procuratore di Alessandro Del Piero e Gennaro Gattuso, due calciatori campioni del mondo con l’Italia di Marcello Lippi a Berlino, si era detto deluso per il modo in cui era stato organizzato l’evento: «Il calciomercato si sposta a Taormina, un’idea lontana da quella che era la mia di mercato itinerante. Avevo pensato a Taormina anche io, ma in un contesto diverso e non certo il martedì e il mercoledì con il traffico di tutti i tipi che ci sarà, tra l’altro con una viabilità dissestata. Io pensavo di organizzare il mercato fuori stagione e con delle agevolazioni dal punto di vista dei viaggi e della permanenza».

Speranze per il futuro – «Mi ha sorpreso e mi lascia attonito il modus operandi di Adise e Infront, che hanno agito in maniera carbonara senza darmi alcuna informazione, sapendo che l’idea era di “AvvocatiCalcio”. Avevamo fatto diversi incontri, ma avremmo voluto organizzare l’evento fuori stagione e a costo zero per gli operatori. Questo modo di agire di Infront e Adise fa pensare che ci sia qualcosa da nascondere. Ma per cosa poi? Mi sembra che sia un discorso senza senso che stravolge lo spirito della mia idea diretta verso una sessione di mercato gratuita e fuori stagione. Questo non è quello che avevo immaginato io. Sono convinto che sarà un flop, noi di “AvvocatiCalcio” diserteremo la manifestazione e non saremo i soli. Mi sorprende Infront, il vero padrone economico che compromette la sua immagine in un’iniziativa messa in piedi in maniera carbonara», aveva affermato Pasqualin sulle colonne di Tuttomercatoweb.com. In sostanza l’evento del calciomercato a Taormina, che poi doveva essere una sorta di conferenza sul calcio e sul mondo dello sport in generale, non era nato sotto una buona stella e le recenti dichiarazioni dell’albergatore Sebastiano De Luca sono un’ulteriore conferma. Ma il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, non demorde e dunque, nelle prossime settimane, dovremmo sentire ancora parlare del Calciomercato a Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti