Mario D’Agostino, vicesindaco e assessore alla Cultura di Taormina
Mario D’Agostino, vicesindaco e assessore alla Cultura di Taormina

Mario D’Agostino pensa a un “Patto per lo sviluppo culturale” – Fare ordine nella giungla delle associazioni taorminesi. Un compito che per gli spettatori esterni potrebbe apparire semplice, mentre gli abitanti locali sanno bene di cosa si tratta. Una sorta di caos calmo, considerando che un giorno sì e l’altro pure sorgono associazioni su associazioni. Per questo motivo il vicesindaco e assessore alla Cultura, con delega anche allo Sport, Mario D’Agostino, proverà a regolamentare le associazioni che operano nell’ambito culturale e sportivo. «L’obiettivo è il coinvolgimento reale, concreto delle diverse forme associative; tutte con la propria esperienza e la propria storia, che hanno dato un contributo importante in termini di crescita culturale al territorio», afferma Mario D’Agostino. Adesso, però, occorre guardare oltre la linea e mettere in relazione le diverse realtà che operano in città. «Creare un collegamento efficace, finalizzato a iniziative comuni, alla promozione di attività che non siano isolate sul territorio, a una crescita culturale collegiale, siglando una sorta di “Patto per lo sviluppo culturale”».

La nascita di una Consulta delle associazioni – Ma il progetto dell’assessore D’Agostino non finisce qua, perché è in cantiere «l’istituzione di una Consulta delle associazioni, un organo consultivo che possa interfacciarsi in modo più organico con l’amministrazione e sia aderente alle esigenze del territorio». In un contesto del genere si pensa anche «alla realizzazione di un albo delle personalità legate alla vita culturale e artistica di Taormina». A tal proposito Mario D’Agostino ricorda come «alcune esperienze, o aneddoti, o storie personali che hanno contribuito a costruire alcuni pezzi di storia di Taormina dovrebbero essere “tramandate”, poiché non conosciuti dalle generazioni successive; in tal senso l’ipotesi di formulare un Registro delle Eredità Immateriali potrebbe tenerne conto». Al di là di tutto ciò e tornando alla giungla locale, l’assessore D’Agostino presenterà un avviso da presentare alle associazioni operanti nel settore delle attività culturali, in modo che potranno iscriversi in un albo.

Come iscrivere le associazioni culturali e sportive all’albo? – Queste associazioni che vorranno iscriversi all’albo dovranno inoltrare relativa domanda all’Ufficio Cultura del comune di Taormina entro il 12 febbraio 2016. Potranno chiedere l’iscrizione all’Albo le associazioni costituite e che operano nell’ambito territoriale del comune di Taormina; inoltre sono comprese quelle associazioni a carattere nazionale e regionale che svolgono, tramite una loro sezione, attività in ambito comunale. Le associazioni non devono avere scopi di lucro, deve esserci l’elettività e la gratuità delle cariche associative, i criteri di ammissione e di esclusione degli associati e i loro diritti e obblighi, sono escluse le associazioni aderenti a partiti politici, articolazioni di essi o di dichiarata ispirazione politica. La modulistica potrà essere scaricata dal sito comunale o potrà essere ritirata in Biblioteca. Mentre per le associazioni operanti nel settore sportivo la scadenza per inoltrare la domanda è fissata al 15 febbraio 2016 e la modulistica potrà essere ritirata presso via San Giovanni Bosco numero 28, oppure si potrà scaricare dal sito del comune di Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti