Da sinistra: Christian Sciglio, Sandro Di Bernardo, Guido Spinello
Da sinistra: Christian Sciglio, Sandro Di Bernardo, Guido Spinello

Giuro che l’affetto e l’amicizia che da decenni mi lega a questi due “ragazzi” di Taormina non ha influenzato il mio articolo. Sarebbe del tutto irrilevante. Sono passati già 15 anni da quando i due cugini hanno inaugurato il Morgana. Erano due giovanissimi e simpatici figli di imprenditori locali che hanno avuto un’idea come tante. Mettere su un locale come tanti. Christian si è fatto le ossa negli anni ’90 col padre al mitico Casanova. Ma forse nemmeno loro due immaginavano che il Morgana non sarebbe diventato solo un locale come tanti. Sarebbe diventato invece Il Locale notturno più rappresentativo della Taormina bella, che ci piace, che vale. Avevamo progettato da settimane questa chiacchierata e finalmente ce l’abbiam fatta. Due passi tra le luci, gli addobbi e il rosso dei tappeti che da Porta Catania mi portano al Morgana. Taormina è sempre uno spettacolo. Il locale è tutto per noi e iniziamo a giocare con i Cocktails. Da subito rimango colpito dalla lucida consapevolezza che scorgo negli occhi di Guido. Parla del suo locale come parlasse della sua famiglia. Il Morgana, mi racconta, deve tutto a Taormina e oggi anche al nuovo concetto di promuovere la Sicilia nel mondo. «Siamo in un posto tra i più belli in assoluto. Abbiamo la fortuna di lavorare in una realtà che da secoli trasuda bellezza e cultura. Per 100 anni da qui son passati personaggi illustri e star del cinema, musicisti, scrittori, pittori, capi di stato, nobili e aristocratici di mezzo mondo, dando vita a una favola che ci ha resi unici». Ma questo non è bastato ai nostri ragazzi. Non si sono seduti sugli allori ad aspettare il mondo che passa da Taormina: tanto ci passa lo stesso! Non si sono cullati nella bambagia del primo successo. Il Mondo, se lo sono andato a prendere! Oggi il Morgana è un punto di riferimento nella nightlife taorminese e lo sanno ovunque, nelle altre realtà del jet set internazionale. Guido e Christian non stanno mai fermi. Sono sempre in giro a promuovere loro stessi e Taormina. Lavorano con EMM di New York e con Greg Bach a Las Vegas. Gente che indirizza la gente giusta nei posti giusti worldwide! Guido lo trovi a Miami o a Cannes. Va a sentire che aria tira. Esce, si confronta. Torna e traduce il concetto di nuova Comunicazione e Marketing in siciliano. Tutto il Morgana trasuda sicilianità. Quella preziosa e ricca di arte. Ogni anno il look del loro locale si rinnova. Rinomati artigiani e designer dell’isola lo cambiano, lo rendono attuale e lo ripropongono pur mantenendo sempre quell’identità che Christian e Guido esigono. Che sia lo specchio di questa terra bellissima.

Esaltano con sincera lungimiranza e capacità imprenditoriale tutti i colleghi e gli amici che richiamano fortemente ad un concetto di costruzione, di collaborazione e di unità di sforzi, per rendere la città ancor più apprezzata e ambita. Parlano con affetto e riconoscenza di Pancrazio e Salvatore Parisi, i primi a gettare il glamour taorminese nell’enorme megafono mediatico di Dolce & Gabbana. E che risvolti per l’economia. Sappiamo bene l’effetto che fa, mi dice Christian, arrivare a Singapore e vedere in Aereoporto la gigantografia di D&G coi ragazzi taorminesi «bisogna fuggire il boom boom della negatività. La crisi c’è ma il disfattismo non porta a nulla. Bisogna essere positivi e comunicarlo. Se fai cose buone e le fai con passione e amore, alla fine i conti tornano». Non accennano minimamente agli aspetti negativi della realtà locale. Non cedono alle mie punzecchiature sulla gestione politica del turismo. Perché se il turismo lo fanno i privati, ancor prima, è una questione di management pubblico. Ma Guido, forte della sua pur breve esperienza in politica, bypassa e anzi esprime solidarietà ad una classe politica, non solo locale, che è in una fase di cambiamento. «Ha bisogno di essere aspettata e sostenuta. Intanto noi facciamo la nostra parte» Riflettete gente! Christian è l’alchimista del bere miscelato. Molti dei suo cocktails sono già signature. Mi racconta della sua passione per le materie prime d’eccellenza. I suoi attrezzi profumano di limoni e arance. Le sue ricette, ormai il barman è quasi uno Chef gourmet, sanno di finocchietto e fichi d’india, di chiodi di garofano e gelsomino. E la gente, i giovani, stanno imparando a bere bene. A scegliere meglio.

Ringraziano sempre tutti. Con sincerità e con la calma di chi sa bene dove sta andando. Parlano delle grandi realtà alberghiere taorminesi che interagiscono in sinergia commericale, dal Belmond Grand Hotel Timeo a Andrea Quartucci, Italo Mennella, gli Chef stellati e i colleghi gestori di altre valide realtà. Raccontano di Stefano Gabbana che spruzza bollicine su tutto lo staff del Morgana in una notte d’agosto. Del giovane stilista Fausto Puglisi che a loro e ai Parisi deve parecchio. E ancora Dean & Dan, Dsquared. Tutti passano dal Morgana. Mi regalano uno stupendo Book che Vogue ha confezionato per loro. Ci sono dentro foto bellissime, la loro storia raccontata in perfetto stile Red Carpet. E la Shirt di Alessandro Enriquez che porta la scritta Taormina Mia. Sono davvero due bravi ragazzi Guido e Christian. Chi è passato dal Morgana lo sa bene. Lo ricorda e soprattutto lo racconta, in giro, per il mondo. Dicono di dovere tutto alla città, io aggiungo un po’ del contrario. Ora che Alessandro Russotti, fedelissimo del team Morgana, mi ha ceduto la postazione da barman, i ragazzi mettono alla prova la mia abilità nel creare un perfetto Martini Cocktail. Io me la cavo, bene. Come finisce la serata? Si sa, lo dice James Bond…un Martini tira l’altro.
Auguri Guido e Christian. Buon Natale!

© Riproduzione Riservata

Commenti