Palazzo Ciampoli a Taormina
Palazzo Ciampoli a Taormina

Palazzo Ciampoli, finalmente ci siamo. La residenza signorile in stile catalano, ormai, è stata ristrutturata. In realtà gli ultimi lavori si stanno concludendo proprio in queste ore. Il Palazzo, costruito nel 1412, apparteneva alla famiglia Ciampoli prima di essere ceduto alla regione Sicilia. Già, la regione. Nella giornata del 29 dicembre, a proposito di istituzioni dell’isola, ci sarà l’inaugurazione per la riapertura dello storico Palazzo taorminese. Per l’occasione verrà aperta al pubblico una mostra dei quadri degli artisti che appartengono alla scuola di Antonello da Messina. Quadri che appartengono, quasi in toto, alla Curia di Messina. Non è un caso, dunque, che il Palazzo Ciampoli sia sorvegliato giorno e notte da dei vigilantes armati e che siano stati attivati i dispositivi antifurto e antincendio. Ormai manca davvero poco. I lavori hanno subito un’accelerata, a quanto pare, grazie all’input dell’Unione Europea che ha finanziato il restauro e imposto la conclusione dei lavori entro il 2015.

Il Palazzo Ciampoli, dunque, è arrivato al fotofinish e per la sua riapertura è prevista una cerimonia in cui saranno presenti le istituzioni locali e quelle regionali, queste ultime rappresentate dall’assessore ai Beni Culturali, Carlo Vermiglio. Ci sarà anche l’amministratore apostolico, Monsignor Antonino Raspanti, considerando che la maggior parte dei quadri esposti saranno di proprietà della Curia di Messina che al momento rappresenta. Un argomento al centro del probabile intervento dell’assessore regionale Carlo Vermiglio, sarà quello sull’utilizzo futuro che verrà fatto di Palazzo Ciampoli. Anche se ospitare la mostra degli allievi di Antonello da Messina, già svela l’intenzione da parte del governo regionale. Intanto l’assessore alla Cultura del comune di Taormina, Mario D’Agostino, ha una sua idea e pensa di poter trasferire la celebre collezione Panarello proprio nello storico Palazzo medievale posto al centro della città.

© Riproduzione Riservata

Commenti