Casa Cuseni nel circuito della Case della Memoria
Casa Cuseni nel circuito della Case della Memoria

Il prestigioso circuito delle Case della Memoria – Non tutte le case sono uguali e in particolar modo Casa Cuseni non è uguale alle altre. Adesso, su questo principio, è d’accordo anche l’associazione nazionale Case della Memoria, che ha inserito la Casa Museo di Robert Hawthorn Kitson all’interno del prestigioso circuito delle Case della Memoria. In sostanza si tratta di una proposta culturale e turistica che riunisce le Case dove hanno vissuto personaggi illustri del campo del sapere, dell’arte, della letteratura, della scienza, della storia. L’Associazione Nazionale Case della Memoria si propone di far conoscere e valorizzare le dimore storiche dell’Italia e tra di loro c’è anche Casa Cuseni. Il Museo delle Belle Arti e del Grand Tour della città di Taormina, dunque, è stato inserito nell’insieme che comprende la Casa di Dante Alighieri, Giotto, Francesco Petrarca, Benvenuto Cellini, Leonardo da Vinci, Giuseppe Verdi, Enzo Ferrara, Giorgio De Chirico, Giovanni Boccaccio, Nicolò Machiavelli, Silvio Pellico, Giosuè Carducci, Giovanni Pascoli, Giorgio Morandi, Giacomo Puccini, Maria Montessori, Antonio Gramsci, Indro Montanelli e tanti altri.

La seconda casa in Sicilia – Nomi prestigiosi, personaggi che hanno fatto la storia dell’Italia. È sufficiente aver citato alcune personalità per comprendere la rilevanza di questo avvenimento per Casa Cuseni, la Casa di Robert Hawthorn Kitson, l’acquarellista inglese che ha fatto di Taormina la sua dimora stabile. Casa Cuseni, insieme alla dimora nobiliare di Donnafugata, sono i due edifici della Sicilia all’interno delle Case della Memoria. Questa grande novità è stata comunicata dall’architetto Giuseppe Nuccio Iacono, coordinatore e consulente delle Case della Memoria: «Sono lieto di dare questo annuncio che giunge a seguito dell’avvenuta attivazione dell’iter per l’inserimento di questo sito nella lista nazionale. Esprimo massima soddisfazione per questa nuova realtà museale siciliana che entra a pieno titolo nel circuito museale nazionale che dal 16 maggio, grazie al protocollo firmato a Firenze, è per tanti versi da considerare anche circuito europeo. Si tratta di un importante riconoscimento per “Casa Cuseni”, che potrà adesso avere un ulteriore simbolico titolo in un contesto culturale e turistico di rilievo come quello delle Case della Memoria, che riunisce le case (oggi case-museo) dove vissero personaggi illustri in ogni campo del sapere, dell’arte, della letteratura, della scienza, della storia».

Le dichiarazioni del direttore del Museo Casa Cuseni, Franco Spadaro – «La notizia non poteva non suscitare sentimenti di emozione anche nel direttore del Museo di Casa Cuseni, Franco Spadaro: «Un incredibile e meraviglioso riconoscimento che posiziona la Casa Museo di Robert Hawthon Kitson e di Daphne Phelps, all’interno delle più prestigiose e importanti Case Museo italiane. Questo riconoscimento internazionale è un grande privilegio per noi, cercheremo di essere degni e all’altezza dell’onore oggi ricevuto di appartenere, a pieno titolo, al circuito delle “Case della Memoria”, una rete internazionale che si propone di far conoscere e valorizzare queste significative dimore storiche, con la consapevolezza che non è possibile leggere le opere immortali dei grandi scrittori, ammirare i dipinti e le sculture di artisti geniali, in definitiva conoscere la storia, senza “incontrare” i suoi protagonisti, il loro vissuto, il forte legame con il territorio», ha dichiarato il dottore Franco Spadaro.

© Riproduzione Riservata

Commenti