giudecca

Castiglione di Sicilia e il Natale. Dal 26 dicembre al 3 gennaio si potrà ammirare il Presepe nel Presepe della Giudecca Ebraica. L’ambientazione avverrà nell’antico quartiere ebraico di Castiglione di Sicilia, piccolo centro medievale del territorio etneo. L’obiettivo è quello di rivalutare, per fini turistici, il quartiere ebreo del paese. Da queste parti, infatti, come in altri centri della Sicilia, gli ebrei hanno segnato una parte della storia della cittadina. Nel Quartiere della Pagana esistono ancora oltre all’arco d’entrata di un possibile Miqwè, una parete perfettamente squadrata usata come jazzana, una volta parete della Giudecca, e sopra la parete i resti perimetrali del muro che cingeva la vetusta Castiglione ai tempi dei Federico, e se non quello Svevo sicuramente quello Aragonese, che durante la guerra del Vespro (1282-1302) Ruggero di Lauria fece edificare a scopo di fortificazione perché con il nipote Giovanni e Re Giacomo avevano tradito la causa passando agli Angioini.

Ma, tornando al Presepe, la caratteristica peculiare del progetto sarà la dinamicità dei personaggi e l’accoglienza dei visitatori attraverso il presepe nel presepe che vedrà non soltanto l’ambientazione dei personaggi e dei luoghi religiosi all’interno di un contesto prettamente locale e originale, ma la possibilità rivolta ai visitatori, di fare anche loro parte attiva mediante la rappresentazione di vari personaggi attraverso la vestizione immediata sul luogo. Ciò comporterà una perfetta dinamica dell’accoglienza e della relazionalità tra popolazione ospitante e visitatori. Si cureranno le ambientazioni, i costumi nel rispetto delle caratteristiche specifiche e l’aspetto mimico-gestuale dei personaggi necessari per sviluppare un forte impatto emotivo.

© Riproduzione Riservata

Commenti