Cara di Mineo

In questi giorni era arrivata al porto di Catania la nave Cigala con a bordo 301 migranti. Dopo le procedure di sbarco era stata effettuata l’accoglienza dei migranti che venivano trasferiti presso il Centro Richiedenti Asilo di Mineo, dove si avviavano tutte le attività del Centro ovvero: dialogo con i mediatori, visita medica presso ambulatorio C.R.I. del Centro, procedure per l’attivazione badge e richiesta di asilo politico e protezione internazionale. In seguito l’Ufficio Immigrazione avviava le verifiche delle dichiarazioni di volontà e un controllo di natura burocratico-amministrativo all’interno del Cara di Mineo.

Nell’ambito delle verifiche si è accertato che una donna, Joy Omoregie, risultava essere stata espulsa nel maggio 2011 in seguito a un provvedimento emesso dal Prefetto di Teramo. Inoltre da ulteriori accertamenti tecnici è risultato che la donna aveva dichiarato in precedenza false generalità risultando indagata per inosservanza alle norme in materia di immigrazione. Alla luce di tutto ciò, Joy Omoregie è stata arrestata dalla Polizia di Stato di Catania e accompagnata nel carcere di Piazza Lanza a Catania.

© Riproduzione Riservata

Commenti