Natale a Taormina
Taormina, Corso Umberto

Alessandra Caltabiano: «Non si vedono illuminazioni e non ci sono eventi rivolti ai bambini» – Giorno 9 dicembre. Ufficialmente le festività natalizie sono iniziate ieri. È stato così in tutta Italia con vari eventi in piazza, musei aperti e mercatini lungo le strade principali. In realtà il periodo di Natale, considerando la crisi economica e la voglia delle città di aprirsi ai turisti e ai visitatori, viene inaugurato i primi giorni di dicembre. Invece per il Natale a Taormina, che dovrebbe essere la capitale del turismo siciliano, c’è un tappeto rosso lungo il Corso Umberto e gli alberelli realizzati entrambi dall’associazione Imprenditori. Per il resto (a parte qualche manifestazione culturale) nulla, almeno fino a oggi. Non si vedono illuminazioni e non ci sono eventi rivolti ai bambini in una festività che coinvolge soprattutto i più piccoli», ha affermato la presidente della IV Commissione consiliare Turismo, Beni Culturali e Spettacolo, Alessandra Caltabiano. L’esponente dell’opposizione, in particolar modo, ha criticato l’atteggiamento della maggioranza nell’organizzazione delle attività natalizie.

«Siamo o no una città turistica? E allora per quale motivo sul Corso Umberto non ci sono ancora le illuminazioni?» – «È bene sottolineare che la cultura è importante, ma non capisco per quale motivo ci si ostini a organizzare continue presentazioni di libri e per i bambini da queste parti non si realizza mai niente», dichiara la Caltabiano che parla anche della vicenda delle luci sul Corso Umberto che ancora, 9 dicembre, non sono state installate. «Siamo o no una città turistica? E allora per quale motivo la via principale della città si trova in simili condizioni? Inoltre si sarebbe potuto organizzare qualcosa nella spiazzale del parcheggio di Porta Catania. Una pista di pattinaggio degna di questo nome, che in passato attirava molti ragazzi e non certo quella che abbiamo visto montare in città negli ultimi mesi», ha concluso Alessandra Caltabiano. Sulla stessa linea di pensiero anche il consigliere comunale del Partito Democratico, Piero Benigni, che ha parlato di «confusione totale nella maggioranza sulla programmazione natalizia».

Piero Benigni: «L’assessore Cilona aveva promesso che l’8 dicembre la città sarebbe stata addobbata con le luci e invece non è stato fatto» – «C’è una confusione totale. L’assessore Salvo Cilona, insieme all’assessore Mario D’Agostino, ci avevano coinvolto come IV Commissione consiliare in una riunione che tutto sembrava tranne che un incontro sulla programmazione delle festività natalizie. Avevamo detto che si doveva svolgere un ragionamento complessivo e ci saremmo dovuti rivedere per valutare il tutto. Invece non si sa ancora nulla e presenteremo questa città l’ultimo giorno con gli addobbi natalizi. Le illuminazioni saranno montate alla Vigilia di Natale? Quando comunicherete quel programma agli alberghi rimasti aperti? L’assessore Cilona aveva promesso che l’8 dicembre la città sarebbe stata addobbata con le luci e invece non è stato fatto. Anche senza bilancio potevamo discutere del Natale a settembre, ma ancora non volta questa giunta e la sua maggioranza non hanno voluto discutere», ha affermato Piero Benigni.

© Riproduzione Riservata

Commenti