Il sindaco di Taormina Eligio Giardina interviene sulla vicenda della Caserma dei Carbinieri
Il sindaco di Taormina Eligio Giardina interviene sulla vicenda della vendita della Caserma dei Carbinieri

La possibile rinegoziazione per l’affitto della Casera dei Carabinieri di Taormina e la città metropolitana di Messina potrebbe aprire nuovi scenari, per alcuni versi inaspettati. L’immobile, a tal proposito, fanno sapere dall’ex Provincia di Messina è affittato al Ministero dell’Interno a «un prezzo inferiore rispetto a quello di mercato». L’idea della Città metropolitana, tenendo in considerazione la difficile situazione economica dell’ente, è di affittare la Caserma a un prezzo di 208 mila euro anni. Si tratterebbe, a quanto pare, di un considerevole incremento per l’Arma dei Carabinieri. Un nuovo contratto tra le parti dovrà essere stipulato entro e non oltre il 31 dicembre 2015. Ma qualora non fosse possibile la rivalutazione del canone, i Carabinieri del Comando di Taormina dovrebbero liberare l’immobile che, a sua volta, verrebbe messo in vendita. In questo caso l’immobile dovrebbe essere liberato per l’alienazione entro il 30 marzo 2016.

Il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, però, non vuole neanche prendere in considerazione un’ipotesi del genere: «Non è né ipotizzabile né pensabile che si tocchi la Caserma dei Carabinieri a Taormina». Inoltre il primo cittadino della Perla dello Jonio promette un aiuto concreto, qualora dovesse esserci bisogno: «La città di Taormina, qualunque sarà la somma e anche se andrà rivista, si impegna con il sindaco a pagare l’affitto. Anzi, ha concluso Eligio Giardina, auspichiamo che l’immobile passi dalla Città metropolitana di Messina al comune di Taormina».

© Riproduzione Riservata

Commenti