Lettere al direttore

Egregio Signor Sindaco,
proprio stamani, congiuntamente ad altri utenti, mi è pervenuta una Vostra Nota a firma del responsabile del servizio Mario Cilona, con la quale mi si informava che con delibera di C. Comunale n. 59 era stata aumentata, con effetto retroattivo, la tassa rifiuti per l’intero 2015. L’aumento non è di poco conto circa un 40% in più, determinato dalla delibera n. 59 del 16 settembre 2015! Sembrerebbe, e non c’è motivo di dubbio, che detta delibera sia stata assunta (con i voti della maggioranza che ha ignorato una argomentata serie di motivi ostativi e causa di illegittimità dell’atto stesso avanzate dall’opposizione) con lo scopo di poter dimostrare alla corte dei Conti che l’esecutivo stesse agendo con solerzia al fine di evitare il dissesto, per il bene del paese!

A detta di molti, anche tra i consiglieri Comunali, la delibera così esitata è illegittima perché carente in quelle sue parti essenziali e non rispondente ai requisiti di legge. Carente sul piano finanziario che ne giustificasse l’aumento, notevolissimo. Eccellentissimo Sindaco, alla luce delle turbolenze nascenti, un’ampia eco la si riscontra sui network, sarebbe opportuno che la S.V. disponesse un serio accertamento sulla legittimità della delibera e sugli effetti che essa produce. Gli esperti, in materia, sono già in servizio(ricorso alla delibera della Corte dei Conti) e su sua richiesta potrebbero esprimersi sull’argomento; così donare serenità all’esecutivo tanto impegnato nel proficuo lavoro di risanamento basato sull’aumento indiscriminato della pressione fiscale!

Certo di averle fatto cosa gradita, porgo i più referenti saluti,

Giuseppe Manuli,
già assessore al turismo

© Riproduzione Riservata

Commenti