isis

«Più o meno verranno spesi 75 mila euro» – Nella giornata di domani l’amministrazione comunale dovrebbe deliberare in giunta il programma natalizio per Taormina. Un Natale, come ripetuto più volte, low cost considerando il momento storico che sta vivendo la città in attesa del 16 dicembre quando la Corte dei Conti si pronuncerà sul ricorso presentato dal comune dopo la relazione della Corte dei Conti, sezione siciliana, in seguito al piano di riequilibrio economico-finanziario dell’ente. Ma sta di fatto che è pur sempre Natale e allora, come annunciato in questi giorni, l’amministrazione ha messo sul piatto circa 75 mila euro. La conferma è arrivata dall’assessore al Turismo, Salvo Cilona: «Abbiamo già programmato quello che dovremmo fare. Più o meno verranno spesi 75 mila euro. Si farà l’illuminazione, il verde pubblico, manifestazioni, mostre e alcune iniziative di Taormina Arte. Quest’anno, per le note vicende economiche, non si può andare oltre».

Il turismo religioso e il protocollo d’intesa – Ma il mese di dicembre, al di là delle festività natalizie, sarà il periodo in cui inizierà il Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco. Come annunciato in esclusiva da BlogTaormina, anche il Duomo sarà Cattedrale Giubilare, l’unica in tutta la provincia jonica di Messina. La Porta santa verrà aperta il 16 dicembre e così Taormina si troverà al centro di un evento religioso e spirituale molto importante, come sottolineato da Monsignor Carmelo Lupò. Qualcuno ha parlato di turismo religioso, in vista del Giubileo, ma secondo l’assessore al Turismo, Salvo Cilona, «il turismo religioso è qualcosa di molto serio e va programmato con gli enti preposti per capire come organizzarlo. Avevamo iniziato un percorso che ci aveva portato alla fine del 2013 a un protocollo d’intesa. In quel periodo dovevamo andare in Vaticano con la regione per firmare il protocollo, ma per il rimpasto di giunta non se ne fece nulla. Adesso ci riproponiamo di ripartire con questo progetto, che prevedeva di avere settimanalmente delle persone in città».

«Taormina è una città sicura. Non sono preoccupato» – Dopo l’incontro del sindaco, Eligio Giardina, con l’assessore al Turismo Anthony Barbagallo per parlare di Taormina Arte, l’assessore Cilona dovrebbe incontrare il nuovo componente della giunta regionale guidata da Rosario Crocetta per parlare di programmazione turistica. «Se nei prossimi mesi ci sarà maggiore “armonia” nel comune si potrà lavorare bene. In vista della stagione estiva dovremmo seguire con maggiore attenzione il mercato cinese e quello indonesiano, senza dimenticare quei mercati “tradizionali” che sono un punto di riferimento della realtà taorminese». Infine, considerando la situazione di allarme terrorismo dovuta agli attacchi di Parigi da parte dei fondamentalisti islamici, e il conseguente stato di allerta 2 terrorismo in Sicilia, dove sono stati individuati degli obiettivi sensibili come la Valle dei Templi, Taormina, al momento, non desta preoccupazione. Ed è di questo parere anche l’assessore Cilona: «Posso dire che Taormina è ben controllata dalle forze dell’ordine. È una città sicura. Non sono preoccupato».

© Riproduzione Riservata

Commenti