Natale a Taormina

Concerti nelle chiese della città in collaborazione con il Conservatorio Corelli di Messina e l’Orchestra a Plettro di Taormina – Nella mattinata di ieri, presso la stanza del sindaco di Taormina, Eligio Giardina, si è svolta una riunione alla presenza dell’assessore al Turismo Salvo Cilona, del segretario generale di Taormina Arte Ninni Panzera, di alcuni esponenti politici come Alessandra Caltabiano, Piero Benigni, Antonio Lo Monaco e Franco Pizzolo, oltre ad esponenti dell’associazione imprenditori per Taormina, in cui si è discusso dell’organizzazione del periodo natalizio in città. Anche in tempi di spending review e con il rischio dissesto economico-finanziario che incombe sulla Perla dello Jonio, a quanto pare ci sarebbero sul piatto 70 mila euro da spendere per le festività natalizie. Il Comitato Taormina Arte dovrebbe organizzare dei concerti nelle chiese della città in collaborazione con il Conservatorio Corelli di Messina e l’Orchestra a Plettro di Taormina. Prevista, per il 2 gennaio, un’esibizione al Teatro antico.

Niente Cioccolart – Inoltre verranno presentati dei libri in una manifestazione low cost, tra cui uno del giornalista Franco Di Mare. Poi alcuni parroci della provincia di Catania organizzeranno delle manifestazioni con 200 elementi dove racconteranno la storia della natività sul Corso Umberto. Previsti, più o meno, gli stessi addobbi dell’anno scorso e l’associazione imprenditori per Taormina collaborerà con il progetto di Taormina Arte. È un’organizzazione work in progress, in attesa di capire quale ruolo avranno gli albergatori. Intanto quest’anno non si dovrebbe svolgere la manifestazione Cioccolart e il presidente dell’associazione albergatori di Taormina, Italo Mennella, ha espresso il proprio rammarico per l’assenza nel programma del Natale di questo evento.

© Riproduzione Riservata

Commenti