microcredito turistico
Mario Baccini, presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito; Antonio D’Aveni, presidente Consiglio comunale Taormina; Alessandro Cardente, Ente Nazionale per il Microcredito

I saluti del sindaco Giardina e del presidente D’Aveni Si è svolto questa mattina il workshop, voluto con forza dalla presidenza del Consiglio comunale di Taormina, rappresentata da Antonio D’Aveni, sulla “promozione, promo-commercializzazione e sensibilizzazione di aree di attrazione culturale delle regioni convergenza anche con vie di accesso aeroportuali minori”. Dopo i saluti istituzionali da parte del presidente del Consiglio comunale di Taormina, che ha ricordato l’importanza dell’evento e ha annunciato l’organizzazione di altri eventi volti ad aiutare il territorio nei mesi successivi, il sindaco Eligio Giardina ha dato il benvenuto agli ospiti presenti in Aula Consiliare. Assente il senatore Renato Schifani, per impegni istituzionali, ma era presente Mario Baccini, presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito.

Mario Baccini: «Come ente abbiamo creato un sostegno a quanti sono esclusi dal credito» L’ex ministro per la Funzione Pubblica ha detto che «come ente abbiamo creato un sostegno a quanti sono esclusi dal credito perché non sono ritenuti idonei all’accesso bancario. Stiamo producendo un’opportunità. In Italia sono censite 680 mila imprese turistiche che valgono l’11 per cento del Pil e creano 2,5 milioni di posti di lavoro. Di queste 680 mila imprese, il 90 per cento sono ditte individuali e società di persone, quindi rientrano nei parametri dimensionali del microcredito e hanno una forte necessità di investimenti per l’innovazione, l’ampiamento dell’offerta, l’internazionalizzazione. La microfinanza, quale insieme di servizi e prodotti che allargano l’accesso agli strumenti finanziari da parte dei più piccoli operatori economici, può svolgere un ruolo centrale nell’ambito delle politiche pubbliche finalizzate a dare nuovo ossigeno all’economia turistica delle Regioni del nostro meridione dopo il crunch del credito. Per tale ragione, l’Ente Nazionale per il Microcredito è impegnato, nel contesto di un partenariato di grande prestigio istituzionale che coinvolge Mibact, Presidenza del Consiglio ed Invitalia, in una specifica attività di sensibilizzazione e produzione di linee guida».

Gli altri interventi Nell’Aula consiliare di Palazzo dei Giurati si sono susseguiti diversi interventi, come quello di Giovanni Nicola Pes, Direttore del Centro Studi e Progettazione dell’Ente Nazionale per il Microcredito, che ha presentato i contenuti e le finalità del workshop. Ha parlato anche il dottor Alessio Lattuca, presidente nazionale Confimprese Euromed, sulla microimpresa turistica siciliana; il dottor Alessandro Cardente, Ente Nazionale per il Microcredito, sulle pratiche di microcredito del settore turistico.

© Riproduzione Riservata

Commenti