acqua torbida
Posizionamento grate a Trappitello

Lettera inviata all’Amam Messina – Trappitello, problema acqua torbida. Sono in corso i lavori nella frazione di Taormina per risolvere un disagio che, ormai, si trascina da troppi anni. L’assessore ai Lavori Pubblici, Gaetano Carella, che sta seguendo i lavori, ha detto che «i tubi sono stati posizionati e gli operai stanno sistemando le grate in modo da separare le acque che vengono a monte dei pozzi». L’assessore si riferisce ai due tubi da 1 metro e 20 centimetri ciascuno, che dovranno deviare le acque dalla via santa Filumena verso l’Alcantara, in quanto l’acqua potrebbe interferire e creare i problemi noti alla cittadinanza e non solo. Nel frattempo, però, a Palazzo dei Giurati si cerca di procedere nelle tre ipotesi evidenziate il 2 novembre nella riunione operativa che si era svolta presso il comune di Taormina. Il sindaco, Eligio Giardina, ha detto che «le tre opzioni sono state avviate» e il primo cittadino ha inviato una lettera all’Amam (Azienda Meridionale Acque Messina Spa) di Messina per capire se c’è la possibilità di creare un bypass in grado di collegare, nei casi di necessità, Taormina con l’acquedotto Fiumefreddo».

La bonifica intorno agli altri pozzi – In contemporanea si stanno svolgendo dei saggi per la realizzazione di un altro pozzo a monte di quelli esistenti. Un’ipotesi che era ritenuta, fino a qualche settimana fa, complicata, ma adesso l’amministrazione e gli uffici comunali sembrano intenzionati a realizzare l’operazione. Infine si sta procedendo alla bonifica dell’area intorno ad altri pozzi. In comune c’è ottimismo e si pensa che la problematica, dopo queste precauzioni, potrebbe essere risolta. Ma saranno le prossime piogge a verificare tutto ciò.

© Riproduzione Riservata

Commenti