Castelmola
Orlando Russo, sindaco di Castelmola

La sfida del sindaco a Nino Raneri – Orlando Russo contro Nino Raneri, nuovo atto. Non si placa lo scontro politico a Castelmola tra il primo cittadino e il consigliere comunale dell’opposizione e capogruppo di “Democrazia e Libertà”. Dopo la lettera inviata da Nino Raneri a BlogTaormina, in cui l’esponente politico parla di pozzetti romani, Consorzio Rete Fognante e sulle spese di rappresentanza del sindaco Russo, ecco che arriva la replica del primo cittadino del paese del comprensorio di Taormina. «Il consigliere comunale, Nino Raneri, continua a dire falsità. Prima di calunniare le persone, i consigliere Raneri dovrebbe pubblicare il suo casellario giudiziario e i suoi carichi pendenti. Anzi, lo sfido a mostrarli, perché io non ho niente da nascondere».

La precisazione sui buoni carburanti – Il sindaco Orlando Russo, inoltre, ha detto che «tra me e lui c’è una grande differenza. Le minacce non fanno parte della mia indole, ma quando qualcuno calunnia ognuno ha il diritto di difendersi come vuole». Il primo cittadino, inoltre, ha parlato della vicende dei pozzetti romani e del Consorzio Rete Fognante: «È vero che la rete fognante è andata a individuare un problema sulla condotta fognaria comprensoriale, ma ha pagato solo ed esclusivamente quel lavoro. Per la pulizia dei pozzetti romani, invece, sono stato io ad occuparmene». Infine il sindaco Orlando Russo ha parlato anche dei buoni carburanti, argomento che era stato tirato in ballo da Nino Raneri. Il primo cittadino, a tal proposito, ha citato un documento rilasciato dall’istruttore amministrativo del comune di Castelmola, in cui viene comunicato che proprio l’istruttore amministrativo «ha consegnato buoni carburanti, a seguito dì relativa autorizzazione da parte dell’Ufficio Tecnico, esclusivamente a dipendenti comunali e non ad Amministratori (Sindaco, Assessori)».

© Riproduzione Riservata

Commenti