Lettere al direttore

Caro direttore,
ancora una volta sono costretto a fare chiarezza sull’operato del Sindaco Orlando Russo. In data 09.08.2015, sul suo profilo Facebook e sui quotidiani, si vantava di aver riportato alla luce i pozzetti romani dell’antica Myle, distrutta dai saraceni, sepolti da siepi alte 4 metri. Lui personalmente mi chiamava e mi informava che era stato un lavoro da lui autorizzato e da lui pagato. Fino a qui… bravo Sindaco! Ma, purtroppo, mentre svolgevo il mio ruolo di Consigliere Comunale, sul sito ufficiale del Consorzio Rete Fognante, trovavo una fattura di € 3.500,00 per il compenso di una ditta specializzata di Castelmola, pagata regolarmente dal Consorzio. Poiché l’intervento serviva, di fatto, a riparare un guasto alla rete fognante. A proposito di Consorzio, voglio sottolineare che per l’ennesima volta non perde occasione, sbagliando, di attaccare la precedente Amministrazione, sapendo perfettamente che i debiti con tale Consorzio risalgono alle altre Amministrazioni (Anni 90/2000).

In riferimento alle spese di rappresentanza, sempre svolgendo il mio ruolo di Consigliere Comunale, trovavo sul sito ufficiale del Comune due determine, con le quali venivano liquidate al Sindaco le seguenti somme: con una € 530,00 e con l’altra € 730,00. Sono atti pubblicati. Ricordo a me stesso che la legge vieta le spese di rappresentanza. In riferimento all’indennità di carica, sino ad oggi al Sindaco è stata corrisposta la modica cifra di € 68.000,00. Nulla da ridire se avesse mantenuto le promesse che aveva fatto durante la campagna elettorale, allorché aveva sbandierato che avrebbe usato la propria indennità per sistemare le strade di campagna o, come diceva lui, per tappare i buchi. È sotto gli occhi di tutti che questo non è stato fatto e di questo c’è la registrazione effettuata durante la campagna elettorale del 2012. Non ha senso continuare, voglio solo ricordare al Sig. Sindaco che il Consiglio Comunale è organo di controllo dell’Amministrazione e io sono un Consigliere. In tale veste, ci tengo a chiarire che mai, da Maggio 2012 ad oggi, ho sparlato del Sig. Orlando Russo, persona, ma mi sono solamente permesso, come mi appartiene, di criticare l’operato politico del Sindaco Orlando Russo. Che minacci pure, perché quando si dice la verità non c’è mistificazione che tenga.

Nino Raneri, capogruppo “Democrazia e Libertà”

© Riproduzione Riservata

Commenti