Nello Lo Turco, sindaco di Giardini Naxos
Nello Lo Turco, sindaco di Giardini Naxos

«Adesso pianificheremo al meglio i prossimi anni per amministrare la città» – Ricorsi respinti. Questa può essere un’occasione per l’amministrazione per ottenere maggiori stimoli in vista dei prossimi mesi. Venerdì 13 novembre, per la cronaca, la giunta ha ricevuto la notizia sulla bocciatura dei ricorsi che erano stati presentati dal candidato sindaco Agatino Bosco e dalla lista “Giardini Naxos Bene Comune”. L’udienza del Tar di Catania, dunque, ha dato ragione alla maggioranza che aveva ottenuto la vittoria alle elezioni amministrative con tre voti in più. Un successo sul filo di lana che non poteva non avere come conseguenza qualche ricorso. Il primo cittadino di Giardini Naxos, intanto, ha tirato un sospiro di sollievo anche se non c’era molta preoccupazione sulla vicenda in quanto non erano presenti schede contestate o nulle: «Eravamo già tranquilli, perché non c’erano schede contestate o nulle. Però questa udienza del Tar di Catania ci teneva in standby, ma adesso pianificheremo al meglio i prossimi anni per amministrare la città».

«In questa battaglia dovrebbe schierarsi in prima fila Taormina per il ruolo che ricopre. Ma noi, tengo a sottolinearlo, saremo al suo fianco» – E a proposito di amministrazione, il sindaco Lo Turco ha due obiettivi ben precisi di fronte a lui: il porto e il lungomare. Per quanto riguarda il primo punto, Nello Lo Turco afferma che «è stata convocata la conferenza dei servizi per il 15 dicembre». Altro tema che alimenta l’interesse cittadino è quello inerente il Parco di Naxos. Al momento alla regione, dopo l’ennesimo rimpasto di governo, c’è molta confusione anche se l’idea da Palermo è sempre la stessa: togliere il Teatro antico dal controllo del Parco di Naxos. Il sindaco di Giardini Naxos, però, non ci sta e rilancia: «Occorre stoppare l’iniziativa della regione, perché stanno cercando di togliere il Teatro greco al controllo del Parco. Vorrebbero controllarlo da Palermo. In realtà, in questa battaglia, dovrebbe schierarsi in prima fila Taormina per il ruolo che ricopre. Ma noi, tengo a sottolinearlo, saremo al suo fianco se dovesse decidere di intraprendere questa battaglia e ostacolare il piano della regione».

«Il vicesindaco Giardina ha reso pubblica la vicenda e ha fatto bene a coinvolgere la cittadinanza. È un bel segnale» – Infine il sindaco Nello Lo Turco ha commentato la scelta del suo vice Carmelo Giardina di rinunciare all’indennità e di destinarla alla città per opere che dovranno essere concordate con i cittadini. Una decisione che si pone nel solco di una vera e propria democrazia partecipata: «E’ stato un passo concordato. Il vicesindaco Giardina ha reso pubblica la vicenda e ha fatto bene a coinvolgere la cittadinanza. È un bel segnale».

© Riproduzione Riservata

Commenti