area ricreativa per bambini, Trappitello
area ricreativa per bambini, Trappitello

Gli ex ragazzi di Chianchitta lasciano il segno – «Terzo impegno preso con i cittadini: mantenuto!!!». Esordiscono in questo modo gli ex ragazzi di Chianchitta dopo aver ripulito e operato azioni di manutenzione nell’unica area ricreativa presente a Trappitello, che non si trovava in ottime condizioni, per usare un generoso eufemismo. «Con un post provocatorio sui social in cui chiedevo aiuto per rendere dignitosa un’area pubblica per i bambini, – ci spiega uno dei promotori di Libera_Mente (ex ragazzi di Chianchitta) Giuseppe Sterrantino – abbiamo realizzato, domenica 8 novembre, un terzo intervento di manutenzione e pulizia del nostro comprensorio: nello specifico l’unica area ricreativa per i giovanissimi situata a Trappitello, lasciata a se stessa, nel totale degrado, ormai piena di insidie per i suoi fruitori (come alcuni giochi, le molle o la panchina distrutta di cui abbiamo raccolto i resti)».

Generazione di fenomeni – Si è trattato, anche in questo caso, di un’azione volta a sensibilizzare la cittadinanza sul tema del bene comune e sul prendersi cura del territorio in cui si vive. Il tutto, tengono a sottolineare gli ex ragazzi di Chianchitta, «è stato svolto gratuitamente»: «Si è trattato, anche in questo caso, di un’attività svolta in maniera gratuita, libera e sentita da un gruppo di liberi cittadini. Attraverso queste azioni di responsabilità civile e sociale, miriamo a risvegliare l’opinione pubblica e scuotere dal loro torpore, ormai una consuetudine, le istituzioni». Tra gli ex ragazzi di Chianchitta che hanno realizzato la loro terza buona azione sul territorio, ci sono Angelo Catena, Alfio Intelisano, Giuseppe Scuderi, Antonino Sterrantino e Pippo Mostaccio. No, non sono i ragazzi del Muretto, protagonisti della serie tv che negli anni ’90 andava in onda su Rai2. Ma chi si prende cura in questo modo del proprio territorio è sicuramente una “generazione di fenomeni”, per tornare alla serie tv e in particolare alla colonna sonora cantata dagli Stadio.

L’intervento di giugno e quello di luglio – In questi mesi, in particolar modo, a giugno era stato realizzato un primo intervento di pulizia in alcuni tratta di strada e nel mese di luglio si erano dedicati a un secondo intervento di manutenzione e pulizia di un’area ricreativa per i bambini, i quali a causa del degrado in cui versava dovevano confrontarsi con una realtà piena di insidie.

© Riproduzione Riservata

Commenti