default
Comune di Taormina

Il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, e la sua maggioranza, come annunciato nei giorni scorsi, dopo la bocciatura da parte della Corte dei Conti del piano di riequilibrio economico e finanziario presentato dall’ente, procederà all’impugnativa della deliberazione della sezione regionale della Corte dei Conti. Una decisione che ha provocato un continuo via vai di politici ed esperti a Palazzo dei Giurati.

Sta di fatto che l’attuale amministrazione comunale di Taormina non ci sta di fronte alle dure 33 pagine redatte dalla Corte dei Conti e ha ritenuto necessario, in vista dell’impugnativa, avvalersi dell’esperienza di una figura professionale esperta nelle discipline economico finanziarie relative agli Enti locali, sia nella fase di predisposizione degli atti necessari alla presentazione del ricorso che per le determinazioni da assumere e per gli adempimenti conseguenti alla pronuncia definitiva della Corte dei conti sul ricorso medesimo. L’esperto, che dovrebbe rimanere in carica per tre mesi, è il dottor Francesco Bruno, il quale ha dato la propria disponibilità gratuita ad aiutare Taormina per evitare il default.

© Riproduzione Riservata

Commenti