condotta Fiumefreddo

Condotta Fiumefreddo, incubo senza fine. Ci sarebbe un nuovo guasto nell’acquedotto che serve la città di Messina. Dalla telemetria dell’Amam giungono le prime conferme e sul posto, a Calatabiano, si stanno recando i tecnici per verificare il danno. Intanto è stata interrotta l’erogazione idrica verso la città dello Stretto. Il guasto, a quanto pare, sarebbe dovuto a un’ennesima frana. E proprio nella giornata di ieri, l’onorevole Nello Musumeci aveva accusato la regione Sicilia di immobilità nella vicenda di Calatabiano: “La saldatura della condotta che porta l’acqua a Messina e le strutture di sostegno della stessa condotta realizzate nei giorni scorsi nulla hanno a che vedere con la messa in sicurezza della collina, suscettibile di nuovi smottamenti del terreno, specie sotto l’incalzare di piogge abbondanti e insistenti”. Intanto il direttore dell’Amam Luigi La Rosa ha fatto sapere: “Ci stiamo recando sul posto per vedere l’entità del danno, comunque valuteremo di attivare anche il bypass”.

Dai primi rilievi effettuati in questi minuti, però, il problema sembra più grave del previsto. La nuova rottura della conduttura è legata alle continue frane della collina e quindi una saldatura del tubo appare un’operazione che non dovrebbe risolvere la questione. La criticità verrà valutata anche con dei geologi. L’amministrazione comunale di Messina ha scritto una nota alla Prefettura e agli altri soggetti interessati: “Alle 8.20 di questa mattina il presidio di monitoraggio dei luoghi interessati dal cedimento e dalla riparazione della conduttura dell’acquedotto ”Fiumefreddo”, garantito dall’Amam in continuità nell’arco delle 24 ore, ha rilevato un avvallamento del terreno e una fuoriuscita d’acqua dai dreni appositamente lasciati dopo la riparazione. L’Amam ha sospeso l’immissione di acqua e ha immediatamente inviato sul luogo i dirigenti tecnici per valutare lo stato dei fatti. Allo stesso tempo si è immediatamente contattata Sicilia Acque, al fine di attivare con la massima urgenza il bypass approntato nei giorni scorsi. Le verifiche effettuate hanno riscontrato l’esistenza in atto di un nuovo movimento franoso a monte, che interessa anche la zona della condotta, la quale è risultata nuovamente danneggiata dall’evento. Al momento sussiste pericolo e ogni intervento è stato sospeso. Si conferma che l’azienda Sicilia Acque ha garantito l’invio entro le ore 12 di una squadra per il completamento dell’intervento di bypass, secondo quanto concordato nei giorni scorsi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti