Situazione di pericolo in via Pancrazio De Pasquale
Situazione di pericolo in via Pancrazio De Pasquale

La relazione della Protezione Civile sopo il sopralluogo in via degli Ulivi – Nella giornata di mercoledì è stato effettuato un sopralluogo della Protezione Civile, che ha rilevato un grave stato di pericolo per la pubblica e privata incolumità a causa del disseto in via degli Ulivi: «Lo smottamento ha causato il ribaltamento e la rottura del muro di sostegno retrostante i condomini del civico 125 e 127 di via Pancrazio De Pasquale (ex via Pietralunga). Tale muro di contenimento, di altezza di circa 4 metri, attualmente, in più punti risulta appoggiato sulla soletta a sbalzo costituente il balcone retrostante del civico 127 e, per quanto si può notare a vista, sembra già trasmettere una certa spinta orizzontale sulle strutture dell’edificio che appaiono in tal senso sollecitate. Il muro già frammentato in più parti ha già schiacciato una serie di piccoli depositi in muratura che erano presenti nello spazio compreso tra l’edificio e il muro di contenimento del terrapieno. Il distacco della rampa di accesso da detta via a proprietà private sottostanti il livello del rilevato stradale si è ulteriormente accentuata tale da risultare interdetta la sua percorribilità».

La frana comprometterà le strutture degli edifici – Inoltre, prosegue la relazione della Protezione Civile, «per quanto osservato si può senz’altro affermare che sussiste il pericolo per la pubblica incolumità e segnatamente degli abitanti dei condomini del civico 125 e 127 della via Pancrazio De Pasquale, poiché nel caso molto probabile che la rotazione del muro di contenimento si accentui, sotto la spinta della frana, le sollecitazioni saranno trasmesse alle strutture degli edifici determinando in esse uno stato tensionale di sovraccarico rispetto a quello per cui le stesse sono state calcolate e pertanto, in tale ipotesi, non sono da escludersi danni in misura tale da minare la stabilità di parte o degli interi edifici». Di fronte a una situazione del genere, ieri sera, il sindaco di Giardini Naxos Nello Lo Turco ha ordinato lo sgombero dei fabbricati situati al civico 125 e 127 di via Pancrazio De Pasquale. Inoltre il primo cittadino ha ordinato l’interdizione del transito veicolare e pedonale della rampa di accesso da via degli Ulivi ai garage e ai cortili del fabbricato situato al civico 2 della via degli Ulivi.

Una situazione drammatica – Le cittadine e i cittadini che sono stati costretti a lasciare le loro abitazioni, anche per il peggiorare delle condizioni meteorologiche, sono state spostate in alcuni Bed & Breakfast della zona. Un “trasloco” annunciato tramite un’ordinanza che è stata appesa al portone degli edifici e che ha generato dei problemi in alcuni residenti, soprattutto nei riguardi di un malato che si trovava all’interno del palazzo in condizioni precarie di salute. Le persone interessate dallo sgombero sono state aiutate in questo momento complicato da un nutrito gruppo di cittadini di Giardini Naxos, che hanno voluto mostrare la propria solidarietà in una situazione drammatica per la comunità. Le vicende del dissesto idrogeologico nella zona di via Pancrazio De Pasquale erano state poste sotto la lente di ingrandimento, nella giornata del 23 ottobre, da parte dei due consiglieri comunali d’opposizione, Alessandro Costantino e Valentina Sofia, i quali insieme al geologo Frank Caltabiano avevano effettuato un sopralluogo e invitato le autorità competenti a intervenire nel più breve tempo possibile.

© Riproduzione Riservata

Commenti