Cassonetti dell'immondizia a Taormina
Cassonetti dell'immondizia a Taormina

Natale Cucè: «Un ulteriore step già programmato dall’ex commissario liquidatore Alessio Ciacci» – Questa settimana le cittadine e i cittadini del centro storico di Taormina che da qualche mese sono impegnati nella raccolta differenziata, hanno notato alcuni cambiamenti nelle strade della Perla dello Jonio. I dipendenti di Messinambiente stanno rimuovendo i cassonetti per le vie centrali, quelle interessate dalla raccolta differenziata. Dunque è iniziata la rimozione degli ultimi cassonetti rimasti all’interno dell’area del porta a porta del centro storico. «Questo ci consentirà di completare e mettere a regime il nuovo sistema di raccolta
avviato il 27 luglio con il porta a porta», fanno sapere da Messinambiente. Una decisione sottolineata dall’ingegnere Natale Cucè, direttore tecnico di Messinambiente. «Si tratta di un ulteriore step che era stato programmato dall’ex commissario liquidatore Alessio Ciacci per l’ampliamento della raccolta differenziata porta a porta a Taormina».

«Chi ancora non ha provveduto a ritirare il kit della raccolta differenziata può rivolgersi al comune di Taormina» – «L’obiettivo è sempre lo stesso, sostiene l’ingegnere Cucè, ovvero aumentare la quota della raccolta differenziata dei rifiuti e portarla a livelli accettabili». Nel frattempo e in modo che i cittadini possano utilizzare il kit che hanno ritirato in queste settimane, «si sta procedendo a togliere i cassonetti in tutte le zone dove è stato distribuito il kit per la raccolta differenziata». Inoltre, l’ingegnere Natale Cucè ha fatto sapere che «chi ancora non ha provveduto a ritirare il kit della raccolta differenziata può rivolgersi al comune di Taormina che sta distribuendo gli ultimi bidoncini». Ma veniamo alle note dolenti. Molti cittadini, come detto negli ultimi giorni, hanno esaurito i sacchetti per effettuare la raccolta differenziata e hanno dovuto provvedere di tasca propria all’acquisto degli oggetti. Inoltre, spesso e volentieri, molti sacchetti della raccolta differenziata rimangono dietro la porta per diverse ore rispetto al calendario prefissato qualche mese fa.

Disagi in città – Se la stagione estiva si è conclusa e i disagi per i turisti sono minimi, è vero che rimangono i disagi per i cittadini di Taormina, i quali si ritrovano spesso l’immondizia fuori casa a degli orari imprevedibili. Poi c’è il problema legato a quei kit che ancora non sono stati ritirati. Un problema per il resto della collettività, che nonostante tutto si sta impegnando in questa nuova pratica. Già, ma come si procederà da qui in avanti, considerando la liquidazione di Messinambiente? I punti interrogativi restano, ma dal comune di Taormina hanno fatto sapere di essere stati ammessi a un contributo dal Comieco di circa 61 mila euro per l’acquisto del materiale relativo alla carta e necessario per la raccolta differenziata.

© Riproduzione Riservata

Commenti