Salesiani Taormina
Ex locali Salesiani Taormina

Prossima tappa, riunione di metà novembre – Si è svolta l’assemblea degli ex allievi presso la sala dell’ex cinema parrocchiale. Erano presenti, per quanto riguarda i vertici Salesiani, don Vincenzo Giammello, delegato ispettoriale per gli ex allievi; il consigliere ispettoriale Antonino Cubeta e il commissario dell’Unione Giuseppe Puglisi. Ha partecipato anche monsignor Carmelo Lupò, il quale seppur impegnato in diverse attività parrocchiali, ha confermato la propria personale e parrocchiale disponibilità. Si è trattato di un incontro interlocutorio alla presenza di una ventina di ex allievi, ma si sono poste le basi per confermare la presenza degli ex allievi di Don Bosco a Taormina. Nella prossima riunione, infatti, che dovrebbe svolgersi a metà novembre, gli ex allievi dovrebbero incontrarsi con i vertici degli ex allievi ispettoriali ed è possibile la presenza del presidente ispettoriale Mario Li Causi, per iniziare a programmare l’attività dell’Unione e aprire il nuovo tesseramento in vista dell’anno 2016.

I problemi della Chiesa di san Giuseppe e gli ostacoli per gli ex allievi – Inoltre si dovrà incardinare, nel documento di programmazione ispettoriale, il prosieguo dell’attività per l’anno in corso e per l’anno 2016 e si dovrà cercare la eventuale disponibilità di locali idonei per lo svolgimento delle attività pastorali e parrocchiali anche in collaborazione con l’Adma ed il Cgs che, al momento, tranne la disponibilità formale di monsignor Carmelo Lupò, non hanno dato nessuna conferma.  Sta di fatto che nelle intenzioni parrocchiali e degli ex allievi, che si sono impegnati per proseguire nell’impegno salesiano a Taormina, c’è la volontà di continuare a svolgere anche le solenni Festività Salesiane di Don Bosco e Maria Ausiliatrice, radicate ormai nel tessuto cittadino. Certo è che la problematica venutasi a creare con il crollo di una parte del soffitto della Chiesa di san Giuseppe, che ha costretto la parrocchia a chiudere “sine die” la struttura, non faciliterà il compito. Gli ex allievi, però, non si scoraggiano e proveranno a fare il possibile per celebrare nel migliore dei modi le due festività e garantire la partecipazione della “Varetta” e del “Cristo Morto” alla processione del Venerdì santo.

© Riproduzione Riservata

Commenti