Contrada Dammari
Contrada Dammari

Il Comitato Amici delle Contrade, dopo i nubifragi del 9 settembre e del 2 ottobre, mette in luce le difficoltà di alcune strade del territorio del comprensorio. Il Comitato, tramite il vice coordinatore Cesare Strazzeri, ha segnalato i problemi alle amministrazioni di Taormina e Castelmola con una lettera in cui si pone in evidenza come «molti smottamenti possono essere evitati solo ed esclusivamente se vengono fatti e puliti lungo la carreggiata principale dei canali di scolo per deviarne il corso d’acqua e diminuirne la forza e la portata in modo tale arrivando a valle non provochino disastri». Il Comitato Amici delle Contrade ricorda che «contrada Mastrissa sovrasta Giardini Naxos e il torrente Sirina e parte del torrente san Giovanni, contrada Trupiano sovrasta parte del torrente san Giovanni, le contrade Dammari, Grimaudo, Acqualorto, Conchi sovrastano il torrente santa Venera di Taormina. Quindi se l’acqua venisse convogliata nei compluvi naturali delle zone menzionate, si eviterebbero i problemi dei fiumi nelle strade e quindi di frane e smottamenti che non solo mettono in serio pericolo case e abitanti delle contrade, ma si riversano nei letti dei torrenti ostruendoli».

Il Comitato parla, in alcuni casi, della necessità di assumere «decisioni impopolari per la salvaguardia dell’incolumità pubblica». «Azioni che potrebbero, con pochi mezzi e con pochi investimenti, salvare le vite dei cittadini», concludono i membri del Comitato comprensoriale.

© Riproduzione Riservata

Commenti