Letti Casa di Riposo Taormina
Casa di riposo Carlo Zuccaro

La vicenda dei migranti ospitati alla Casa di Riposo Carlo Zuccaro di Taormina ha suscitato delle polemiche negli ultimi giorni. Critiche rivolte all’associazione “Istituto S. Alessio” che ospita i ragazzi minorenni africani. Fino a oggi l’associazione non aveva replicato alle accuse, ma adesso il presidente dell’associazione che gestisce la Casa di Riposo ha voluto comunicare che «dopo l’improvviso arrivo dei 28 migranti minori senza genitori nella struttura della casa di riposo Carlo Zuccaro di Taormina, che ha generato alcune equivoche preoccupazioni alla cittadina jonica, ora, è scattata la corsa alla solidarietà che vede cittadini locali e non, amministratori comunali ed istituzioni territoriali, impegnate nella donazione di ogni bene di modico valore volto al miglioramento delle condizioni di vita degli sfortunati ragazzi». Al di là delle polemiche è questo quello che l’associazione vuole mettere in evidenza. «L’associazione “Istituto S.Alessio”, ente gestore della struttura, dopo la prima ed improvvisa accoglienza, dettata da motivi umanitari, ha provveduto tempestivamente a fornire ai minori l’indispensabile vestiario ed il necessario materiale igienico sanitario atto alla cura personale individuale».

Il Presidente dell’associazione, Franco Bartorilla, ha voluto ringraziare in particolar modo l’Avulss locale, «con la quale, in forza di una convenzione stipulata da oltre tre anni, intrattiene proficui rapporti di collaborazione in favore degli anziani ospiti della Casa di riposo, e che anche in questa straordinaria e temporanea  occasione, si è prodigata a vantaggio di questi sventurati ragazzi. Anche parecchi anziani ospiti della struttura, unitamente ai loro parenti, hanno dimostrato sensibilità e spirito di solidarietà sociale nei confronti dei piccoli ospiti, al punto che al trasferimento di alcuni di loro in altri centri siciliani ( in numero 13), hanno manifestato segni di un evidente dispiacere», fanno sapere i gestori della Casa di Riposo taorminese.

© Riproduzione Riservata

Commenti