L’ingegnere Sergio Sottile, direttore di esercizio della funivia Taormina-Mazzarò
L’ingegnere Sergio Sottile, direttore di esercizio della funivia Taormina-Mazzarò

I dubbi di Manlio Passalacqua e del Gruppo Grotte e Luce di TaorminaIl 10 ottobre Manlio Passalacqua, rappresentante del Gruppo Grotte Luce di Taormina aveva inviato una lettera in redazione. Una missiva in cui si metteva in evidenza come per venti anni il servizio di reperibilità e soccorso presso l’impianto funiviario di “Taormina-Mazzaro” è stato svolto dal Gruppo fino allo scorso 31 luglio. Il 1° agosto, invece, l’Asm ha stipulato un nuovo contratto, per affidamento diretto, con il Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano (S.A.S.S.) con sede a Palermo. Un’intesa che non convince il Gruppo Grotte Luce di Taormina, il quale, tramite Manlio Passalacqua, aveva messo in evidenza le proprie perplessità riguardanti il tempo di intervento raddoppiato in 60 minuti per il nuovo gruppo, il contratto scaduto il 31 luglio e la provenienza dei soccorritori che comporterebbe dei disagi per la funivia e gli utenti. Dubbi che Manlio Passalacqua aveva sintetizzato nella sue lettera con una domanda conclusiva: «E’ legale quanto specificato in precedenza circa il “raddoppio” dei tempi di intervento, a scapito della sicurezza ed incolumità dei passeggeri è responsabile, sempre ai soli fini della sicurezza dell’impianto, effettuare un cambio di rotta così radicale, esternalizzando il servizio, effettuato da 20 anni con risorse locali, affidandolo ad operatori del settore che vivono mediamente a 30-50 km dall’impianto?».

«Tra il 2002 ed il 2015 sono state versate al Gruppo Grotte Luce quote pari a circa 339 mila euro» – Punti interrogativi e perplessità a cui ha voluto rispondere l’ingegnere Sergio Sottile, direttore di esercizio della funivia Taormina-Mazzarò. Per quanto riguarda l’argomento inerente il servizio di salvataggio dei passeggeri in linea, sostiene Sottile, «avviene sotto la diretta responsabilità del capo Servizio impianto che attua il piano proposto dal direttore di Esercizio ed approvato dagli Ustif competenti. È solo a codesto organo di vigilanza che si devono spiegazioni e dimostrazioni sulla organizzazione del servizio e non a terzi. Pertanto, la presente risposta viene scritta solo in adempimento alla nota Ustif». L’ingegnere Sottile parla anche del lavoro svolto dal Gruppo Grotte Luce di Taormina e sostiene che «il Gruppo ha svolto, in convenzione con Asm, il servizio di reperibilità e prontezza operativa in caso di guasto della funivia per lungo periodo con competenza ed efficienza non oggetto di alcuna lamentela. Il servizio, nonostante in molte località italiane anche montane venga svolto su base volontaria, è stato prestato a pagamento. L’ufficio contabilità di Asm mi relaziona che tra il 2002 ed il 2015 sono state versate al Gruppo Grotte Luce quote per complessivi euro 339.350,07».

«Nessuna fattiva proposta di revisione del contratto a costi minori è stata avanzata dal Gruppo Grotte Luce» – L’Ingegnere Sottile ha dichiarato che le gare con base d’asta a cifre ridimensionate rispetto al passato, considerando lo stato di liquidazione in cui si trova Asm, erano andate deserte e non era giunta alcuna risposta al ribasso dal Gruppo Grotte Luce: «L’Asm si trova in stato di liquidazione perché negli anni precedenti ha accumulato perdite di esercizio consistenti. E’ stata, quindi, attuata una politica di rianalisi dei costi che ha coinvolto tutti i settori interni così come i fornitori, i professionisti e i consulenti. E’ stata quindi bandita una procedura ad evidenza pubblica per la ricerca di enti disposti a fornire il servizio di salvataggio al costo di euro 6.000 annui che è andata deserta. Una successiva gara con basa d’asta euro 12.000,00 annui con la previsione di ulteriori euro 2.000 in caso di intervento è stata bandita nel 2015 andando deserta anch’essa come risulta dalla determina numero 82 del 06/03/2015. Nessuna fattiva proposta di revisione del contratto a costi minori è stata avanzata dal Gruppo Grotte Luce in riferimento alla richiesta di “ridiscussione dei termini del contratto” rivolta al Ggl prot. Asm n.612 del 16/02/2015. Infine, in una lettera protocollo 2671 del 02/07/2015, si comunicava che il servizio prestato dal Gruppo Grotte Luce dovesse essere esteso al 31/07/2015 e non oltre».

«Il S.A.S.S. non ha alcuna convenzione in atto con la Star s.r.l. esercente degli impianti di Etna Nord tanto meno con la Funivia dell’Etna S.p.A. di Etna Sud» -Dopo queste procedure è entrato in vigore il contratto di fornitura del servizio con l’organismo Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano, «che viene svolto al costo presente nel bando Asm del 9 febbraio di euro 12.000,00 annui oltre euro 2.000,00 in caso di intervento». Per l’ingegnere Sottile, dunque, non c’è motivo di avere perplessità in merito. Ma uno degli argomenti più importanti sollevato da Manlio Passalacqua e dal Gruppo Grotte Luce di Taormina, quello inerente il tempo di intervento e la provenienza dei soccorritori, ha suscitato una precisazione da parte dell’ingegnere Sottile: «Il S.A.S.S ha sede legale in Palermo ma sedi operative ben più vicine all’impianto. Il S.A.S.S. non ha alcuna convenzione in atto con la Star s.r.l. esercente degli impianti di Etna Nord tanto meno con la Funivia dell’Etna S.p.A. di Etna Sud». Infine, dopo il contratto estivo stipulato tra Asm e Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano, l’ingegnere Sottile ha voluto rendere pubblico che l’accordo prevede «consulenza sui controlli del materiale di soccorso e formazione degli addetti, è stato integralmente sostituito il materiale necessario, funi, imbragaggi, dispositivi di calata, moschettoni, con altrettanto nuovo e certificato ed è stato varato un programma di addestramento specifico degli agenti disponibili per operare sul posto il primo intervento in attesa dei soccorritori del S.A.S.S., attività che avverrà prima della riapertura della funivia a seguito di importanti riparazioni. Le esercitazioni saranno oggetto di valutazione sulle quali il sottoscritto Direttore di Esercizio relazionerà, come previsto dalle norme, l’U.S.T.I.F. competente».

© Riproduzione Riservata

Commenti