Andrea Raneri presidente del Consorzio Rete Fognante - Foto blogTAORMINA ©2015

Si infoltisce il gruppo taorminese del Pdr – Il presidente del Consorzio Rete Fognante del Comprensorio, Andrea Raneri, ha annunciato la propria adesione al Patto dei Democratici per le Riforme. Si infoltisce, dunque, il gruppo taorminese intorno al deputato regionale Beppe Picciolo. Il capogruppo all’Assemblea Regionale Siciliana sta continuando ad allargare i confini del proprio partito di centrosinistra, che nella Perla della Jonio ha un punto di riferimento ben preciso che si chiama Mario D’Agostino. L’attuale vicesindaco e assessore alla Cultura, infatti, in un sabato del mese di luglio aveva partecipato a una riunione in cui si erano poste le basi per la costituzione del Pdr cittadino a cui hanno aderito i consiglieri comunali Antonio Lo Monaco, Salvo Brocato e Salvatore Abbate. Adesso, però, si è aggiunto un nuovo esponente e si tratta del presidente Andrea Raneri, che nel corso della sua vita ha fatto della politica una vera e propria passione.

Ecco il curriculum di Andrea Raneri – Da ragazzo, infatti, faceva parte della Federazione giovanile della Democrazia Cristiana e negli anni ‘90 arrivano i primi incarichi politici ed istituzionali. Dal 1993 al 1998 viene eletto consigliere comunale a Taormina e dal 1998 al 2001 ricopre la carica di assessore ai Lavori Pubblici nella giunta guidata dal sindaco Mario Bolognari. Poi è stato assessore presso il comune di Castelmola con la giunta guidata dal sindaco Giuseppe Biondo. Andrea Raneri, per quanto riguarda gli incarichi politici, è stato segretario comunale della Margherita e ha traghettato il partito nella fusione con i Democratici di Sinistra, che ha portato alla nascita del Partito Democratico di cui è stato il primo segretario aTaormina. Nel 2009 diventa presidente dell’Azienda Servizi Municipalizzati di Taormina. Durante le ultime elezioni amministrative è stato eletto consigliere comunale nella maggioranza che ha appoggiato il sindaco Eligio Giardina e si è dimesso dall’Aula di Palazzo dei Giurati per ricoprire la carica di presidente del Consorzio Rete Fognante.

© Riproduzione Riservata

Commenti