Salesiani Don Bosco Taormina
Salesiani Don Bosco Taormina

Giuseppe Puglisi: «Solo spunti positivi per il futuro, senza indugiare in recriminazioni e ricerche di colpe e colpevoli» – Salesiani e Taormina, prevista una nuova puntata per sabato 24 ottobre. È stata convocata l’assemblea degli ex allievi di Taormina da parte del Commissario Giuseppe Puglisi, componente della Presidenza ispettoriale siciliana. Una convocazione voluta dopo il deterioramento dei rapporti tra la Presidenza dell’Unione di Taormina e i Superiori della Congregazione salesiana, sfociato in un procedimento giudiziario. A quel punto la Presidenza ispettoriale aveva dichiarato decaduto il Presidente e i componenti della Presidenza dell’Unione di Taormina e aveva proceduto alla nomina di un commissario. Adesso, però, il Commissario Puglisi, tenendo conto della conclusione dell’esperienza dei Salesiani a Taormina, si augura che si ottengano «solo spunti positivi per il futuro, senza indugiare in recriminazioni e ricerche di colpe e colpevoli. Il manifestato amore verso Don Bosco e il desiderio della prosecuzione della missione da lui affidata, ritenuta tanto necessaria per la città di Taormina, sono il punto e lo spunto di partenza».

L’idea del Commissario Puglisi è allargare questo progetto a tutti gli interessati – Queste sono le premesse del Commissario Giuseppe Puglisi per creare i presupposti di una nuova presenza salesiana, seppur laica, in città. L’assemblea, dunque, è solo un atto formale prevista dalle norme che regolano la vita delle Unioni degli ex allievi di Don Bosco, ma l’obiettivo è un altro: «Vorrei che tutti e ciascuno dessimo la disponibilità per dare vita ad un nuovo corso della presenza salesiana a Taormina, affidato alla componente laica della Famiglia salesiana (esperienza già riuscita con successo in altre città siciliane). Gli associati dell’anno 2015 sono 22, ma l’idea del Commissario Puglisi è allargare questo progetto a tutti gli interessati. L’incontro è fissato per sabato 24 ottobre presso la sede del salone parrocchiale alle ore 17. Il luogo è stato concesso da monsignor Carmelo Lupò. «Non private Don Bosco delle vostre capacità, delle vostre idee e di quanto potrebbe contribuire a far nascere un buon cammino per continuare ad essere animatori di buoni cristiani ed onesti cittadini. Don Bosco attraverso i suoi figli potrà ancora essere presente nella vita di Taormina: fatelo agire con le vostre mani, fatelo camminare con le vostre gambe, fatelo parlare con le vostre labbra», ha dichiarato il Commissario Giuseppe Puglisi.

© Riproduzione Riservata

Commenti