Giuseppe Totaro
In foto il dott. Giuseppe Totaro mentre si prende cura di un cavallo

Edward Bach diceva “cura l’uomo, non la malattia” ed io aggiungerei cura l’animale e non la malattia. A maggior ragione le cause delle malattie sono scatenate dagli stati d’animo negativi come paura, ira, totale insoddisfazione, impazienza, tristezza. La malattia potrei dire con la mia logicità di un bambino ,perché tale sono rimasto , espressione di una profonda disordine che interessa le qualità basica spirituali di un essere. Allora la malattia è solo la punta di un iceberg , un interruttore a forma di campanello che si aziona solo per risvegliare l’attenzione su tutti quegli errori che stiamo commettendo quasi un renderci conto che non stiamo più rispettando il nostro corpo che con le richieste fondamentali proprio del nostro essere ci guiderebbero verso la condizione di equilibrio e quindi di peace & love. Ecco perché spesso mi trovo a dover spiegare dall’alto della mia ignoranza a veterinari, medici, che curare la malattia senza andare ad indagare qual è lo starter non porta a nulla. Questa secondo me è la principale ragione del fallimento della scienza. Il trattamento dei sintomi e non delle cause. Essere o non essere.

Cavallo apparentemente sano salta la staccionata del box si fa male, perde uso del posteriore . Ma perché scappa ? Perché impaurito dal box . Nuovi proprietari, nuove situazioni. Cavallo = spirito = fuga=trauma. La radice della malattia non è materia spesso ma è solo il risultato di un conflitto del conflitto tra anima e corpo. In che modo si sviluppa ? Attaccandoci nei nostri pinti deboli . Accantonando la parte spirituale. La nostra anima , abbassando i livelli energetici, rendendoci impotenti difronte a situazioni che si annidano come tarli. Tutto ruota a quel pensiero che si trasforma in una cellula impazzita. Tumore, infarto, impotenza d esempio secondo alcuni studiosi queste situazioni creano tutto un mondo parallelo dove si annida il non se: coraggio e fiducia, le paure; fiducia in se stessi, complessi di inferiorità; allegria, la tristezza; umiltà, l’orgoglio; perdono, i sensi di colpa; speranza, disperazione; fede, pessimismo.

Ma sta malattia cos’è ? E’ un conflitto tra la personalità e l’anima. Nella tradizione cinese il mal di gola rappresenta solo Quando non è possibile comunicare le afflizioni con chi ami .Lo stomaco rifiuta e trasforma o reflusso quando le rabbie non riescono ad uscire fuori dal corpo. Il corpo ingrassa quando la mente ha quell’insoddisfazione stringente..Il mal di testa distrugge solo quando le problematiche aumentano..Ma soprattutto Il cuore ci abbandona quando il senso della vita non ha senso. Allora penso che «la malattia e’ solo esclusivamente uno strumento per cui la nostra parte più intima l’anima si serve in modo reattivo per indicarci tutti i nostri errori, per non farci ripetere gli sbagli più gravi, per riportarci sulla via delle sole verità, la vera illuminazione».

© Riproduzione Riservata

Commenti