Cassonetto lungo la via Pirandello
Cassonetto lungo la via Pirandello

Nuovi disagi in vista per la città di Taormina. I lavoratori di Messinambiente, a causa dei mancati pagamenti ricevuti nel mese di settembre, potrebbero indire due giornate di mobilitazione. Questa settimana i dipendenti hanno incassato gli stipendi di agosto, ma nella riunione che si è svolta a Messina due giorni fa non si è trovato un accordo sulle buste paga di settembre dei lavoratori dell’azienda.

La situazione potrebbe sbloccarsi il 15 ottobre, data fissata per il pagamento, ma se non dovessero arrivare i soldi dalla città dello Stretto, sabato 17 ottobre si svolgerà una assemblea di due ore, dalle 8 alle 10, organizzata da una delle sigle sindacali più rilevanti dei lavoratori di Messinambiente. Ma la mobilitazione non finirà qua, perché domenica 18 potrebbe svolgersi uno sciopero di 24 ore che potrebbe mettere in seria difficoltà la città di Taormina, già messa a dura prova nell’ultimo periodo. Taormina, a quanto pare, potrebbe mostrarsi ai turisti, viaggiatori e cittadini in condizioni pessime. Una pubblicità da incubo per la Perla dello Jonio, un colpo all’immagine di una delle principali mete del turismo siciliano e mediterraneo.

© Riproduzione Riservata

Commenti