Pinuccio Composto, consigliere comunale di minoranza
Pinuccio Composto, consigliere comunale di minoranza

Pinuccio Composto: «Ci potrebbe essere molto di più in tutta questa vicenda» – Il consigliere comunale d’opposizione, Pinuccio Composto, ha messo in luce la vicenda sull’interrogazione urgente riguardante la Casa di Riposo Carlo Zuccaro. «Abbiamo riscontrato delle gravi irregolarità, anche nella parte economico-finanziaria. Avevo chiesto la presenza del responsabile dei servizi sociali, ma non è venuto in Aula. Questo, però, non ci scoraggia. Continueremo a occuparci della vicenda. È evidente che ci sono irregolarità da parte dei servizi sociali, i quali non si sono accorti che dovevano pagare un canone. Lo stesso vale per altre imposte. Ci sono inadempienze gravissime. Il comune ha pagato 700 mila euro di mandati di pagamento dal 2008 al 2014, quindi era a conoscenza dell’attività dell’associazione “Istituto S. Alessio”. Chiedo l’allontanamento del responsabile dei servizi sociale da subito, per motivi cautelari. Ci potrebbe essere molto di più in tutta questa vicenda. Qualche parola di conforto verso i lavoratori, verso gli anziani, l’amministrazione comunale dovrebbe pronunciarla».

Mario D’Agostino: «Ho chiesto al dirigente di farmi avere una relazione che verrà portata nella prima data utile in Consiglio comunale» – Il vicesindaco, Mario D’Agostino, ha sottolineato l’importanza dei punti dell’interrogazione urgente. «Ho chiesto al dirigente di farmi avere una relazione che verrà portata nella prima data utile in Consiglio comunale. Sul servizio di assistenza domiciliare dico che siamo in una situazione delicata, dal punto di vista economico, ma entro pochi giorni avremo i dettagli tecnici. Non basta il sospetto per prendere delle decisioni. Attendiamo delucidazioni e in caso considereremo conclusa l’attuale gestione della Casa di Riposo». Il consigliere comunale d’opposizione, Alessandra Caltabiano, ha detto che «è stata fatta una richiesta sulla Casa di Riposo da quattro mesi. Nella Casa di Riposo abbiamo notato una mancanza di rispetto per gli anziani. Vorrei capire per quale motivo si continua a perdere tempo sulla vicenda».

Piero Benigni: «Vorremmo sapere se i lavoratori dell’assistenza domiciliare agli anziani possono continuare a lavorare con uno stipendio o meno» – «Ci aspettavamo un minimo di rassicurazione sulla Casa di Riposo. Vorremmo sapere se i lavoratori dell’assistenza domiciliare agli anziani possono continuare a lavorare con uno stipendio o meno», ha detto il consigliere del Partito Democratico Piero Benigni. Sulla stessa linea di pensiero il consigliere Pinuccio Composto: «Dovranno fare volontariato o lavoreranno. Saranno pagati o meno?», ha ribadito l’ex presidente del Consiglio comunale con riferimento ai lavoratori che attendono lo stipendio.

© Riproduzione Riservata

Commenti