Frana all'impianto fognario nord di Letojanni
Frana all'impianto fognario nord di Letojanni

Via libera a un intervento di somma urgenza da parte del Genio civile di Messina –  Buone notizie per l’impianto nord del Consorzio Rete Fognante di Letojanni, che è stato colpito dalla frana sulla A18 dei giorni scorsi. È stato dato il via libera a un intervento di somma urgenza da parte del Genio civile di Messina per mettere in sicurezza la struttura. La cifra messa a disposizione è di 250 mila euro. In questi giorni il presidente del Consorzio, Andrea Raneri, aveva sollecitato le istituzioni regionali e aveva scritto una lettera sia al Prefetto che all’assessore regionale al Territorio per ottenere in tempi rapidi i finanziamenti. La somma conferita sarà fondamentale per garantire lo svolgimento dei lavori. Era il 7 ottobre, infatti, quando con foto esclusive mostravamo le criticità dell’impianto situato a Letojanni: il muretto che delimita il confine ha delle crepe, il tubo è lesionato e perde liquidi e una vasca è stata danneggiata. Questa è la situazione nel lato vicino l’autostrada. Invece, dal lato monte, la frana è arrivata ai piedi delle vasche e uno strumento necessario per il passaggio dei liquami nelle fibre cave potrebbe essere stato danneggiato.

Lavori sul lato monte dell’area dell’impianto – Poi c’è il problema legato alla strada per raggiungere l’impianto del Consorzio. Un sentiero messo a dura prova dalle piogge e dall’acqua consistente che aveva riempito il letto del torrente san Filippo. Una parte della strada è stata trascinata via dal corso d’acqua e il camion che di solito entrava nell’impianto per prelevare i fanghi, non può svolgere la propria attività. Un problema sollevato anche dal sindaco di Taormina, Eligio Giardina, durante la Conferenza di servizi che si è tenuta ieri pomeriggio a Palermo e in cui era presente anche il governatore Rosario Crocetta. In un contesto del genere e considerando che ulteriori smottamenti potranno aggravare la situazione di instabilità e potrebbero esserci conseguenze igienico-sanitarie nel comprensorio, il Genio civile di Messina ha ritenuto necessario e doveroso dare il via libera a opere di messa in sicurezza che riguarderanno il versante a monte dell’area con l’applicazione di reti e chiodature. Questo è il risultato dei sopralluoghi realizzati negli ultimi giorni dagli addetti ai lavori e in particolar modo dalla geologa Anna Trio.

© Riproduzione Riservata

Commenti