Nino Raneri, Capogruppo della minoranza
Nino Raneri, Capogruppo della minoranza

Quelle parole dell’onorevole Zafarana e la risposta del consigliere Nino Raneri – Il 6 ottobre, dopo la frana che ha interessato l’autostrada Messina-Catania e in particolar modo il tratto di Letojanni, i sindaci del comprensorio e della zona jonica hanno effettuato un sopralluogo insieme agli assessori regionali, Croce e Pizzo, e a deputati dell’Assemblea Regionale Siciliana. In quell’occasione il sindaco di Castelmola, Orlando Russo, aveva interloquito con l’onorevole del Movimento Cinque Stelle, Valentina Zafarana, riguardo ai problemi del torrente santa Venera. L’onorevole stellata, a tal proposito, aveva dichiarato che «fino a oggi, per quanto riguarda il torrente santa Venera, sono stati stanziati almeno 250 mila euro. Questi progetti appartengono alla terza riprogrammazione dei fondi strutturali che scadono il 31 dicembre e noi ci chiediamo come può la macchina amministrativa lasciare da soli i sindaci?». Dichiarazioni che hanno provocato la reazione del capogruppo di minoranza del Consiglio comunale di Castelmola, Nino Raneri.

«Sono lavori presenti nell’ordinanza sindacale numero 10 del 2 ottobre 2015» – «I lavori menzionati dal sindaco Orlando Russo dopo l’incontro con l’onorevole Valentina Zafarana, in realtà sono lavori presenti nell’ordinanza sindacale numero 10 del 2 ottobre 2015 che avevano come oggetto gli interventi di somma urgenza in località Dammari nel torrente santa Venera. Sono lavori normali, che dovevano essere svolti in quanto i tubi che attraversano la strada, come ricordato diverse volte, sono un rischio per l’incolumità pubblica di tutti i passanti». Il consigliere comunale Nino Raneri, inoltre, ha fatto sapere di voler presentare nei prossimi giorni «una richiesta urgente di convocazione del Consiglio comunale per discutere sui veri problemi del santa Venera e di altre località a rischio». «Mi auguro che al momento del protocollo della convocazione del Consiglio comunale, il sindaco inviti l’onorevole Valentina Zafarana e davanti a lei prenda impegni nel Consiglio comunale di Castelmola, perché è  l’Aula la sede idonea per discutere di tutto ciò». Infine il consigliere Raneri è tornato sulle affermazioni del deputato del Movimento Cinque Stelle: «Credo che l’onorevole Zafarana non conosca i reali problemi del nostro territorio. Forse qualcuno non le ha riferito in maniera corretta cosa sta succedendo. Probabilmente Orlando Russo è troppo impegnato nella sua campagna elettorale in vista della candidatura come sindaco dell’area metropolitana».

© Riproduzione Riservata

Commenti