La Confcommercio regionale fa sapere che «con le audizioni in Commissione Parlamentare, presso l’Assemblea Regionale Siciliana, si è concluso il 1° ciclo delle iniziative di Confcommercio per segnalare la necessità che nelle procedure per il rinnovo delle Camere di Commercio prevalgano principi di legalità, trasparenza e semplificazione. Oltre ad avere dato conto delle sentenze dei tribunali amministrativi della Sicilia riguardanti la Camera di Commercio di Messina, è stato sottolineato e ribadito come il sistema camerale siciliano, in una fase di riorganizzazione come questa, sia affidato ad organi commissariali e non alle rappresentanze democratiche delle associazioni di categoria».

Inoltre, la Confcommercio ha sostenuto che «l’assenza del Governo ai lavori delle Commissioni Parlamentari non ha consentito quel confronto politico che sarebbe stato auspicabile e utile. Rimane ferma la convinzione che al di là degli aspetti amministrativi ci sia una questione politica importante da affrontare con il nuovo Assessore Mariella Lo Bello, al quale è stato già chiesto un incontro urgente».

© Riproduzione Riservata

Commenti