Da sinistra: Mario D'agostino, Giovanni Leonardi, Pina Raneri
Da sinistra: Mario D'agostino, Giovanni Leonardi, Pina Raneri

Mario D’Agostino: «Sulla Domus quello che è stato sollevato è un falso problema» – Dopo le critiche delle opposizioni alla maggioranza che amministra la città, il vicesindaco e assessore alla Cultura, Mario D’Agostino, ha detto che «è difficile dare alle parole il vero significato. La parola ipocrisia deriva dal greco e vuol dire fingere. Ogni anno c’è stato questo apporto lavorativo di 15 mila euro», ha detto l’assessore riferendosi alla delibera in cui è presente una spesa di 15 mila euro e in risposta al consigliere Corvaia. «C’è la possibilità di mettere al centro la politica. Se la politica si rende conto che ci sono delle situazioni che vanno chiarite, occorre andare avanti. Sulla Domus quello che è stato sollevato è un falso problema. L’avvocato Lupica ha fatto una relazione dettagliata. In quel momento era necessario assumersi quelle responsabilità. Per il 70 per cento delle possibilità l’epilogo sarà positivo. Ci saranno sempre le differenze tra minoranza e maggioranza, ma non esiste una verità assoluta sulla Domus».

Salvo Cilona: «La Corte dei Conti non parla di bocciatura» – L’assessore al Bilancio, Salvo Cilona, invece, ha parlato delle questioni inerenti la situazione economica e la recente bocciatura da parte della Corte dei Conti. «Volevo sottolineare che la Corte dei Conti non parla di bocciatura, ma dice che non è stato approvato il piano di riequilibrio economico finanziario. Stiamo aspettando le motivazioni. Le voci di corridoio dicono che ancora non si è deciso cosa fare. Attendiamo le motivazioni e intanto andiamo avanti: il recupero dei tributi riguarda diversi passaggi. Uno di quelli è chiedere i tabulati in modo da incrociare i dati con l’acqua e la spazzatura. Questo ci aiuterebbe a recuperare l’evaso, mentre l’elusione è molto alta. Sono convinto di percorrere la giusta strada. Chi non ha pagato dovrà farlo». Invece l’assessore alla Pubblica Istruzione, Pina Raneri, ha fatto sapere che il servizio di scuolabus «partirà nella giornata di lunedì».

Gaetano Carella: «La priorità è la funivia di Taormina» – L’assessore ai Lavori Pubblici, Gaetano Carella, ha parlato della grave situazione in cui si trova la città dopo le violente piogge degli ultimi giorni e ha fatto un punto sulle criticità della zona. «Nella città c’è un disastro totale. Il problema dell’acqua marrone a Trappitello è qualcosa che risale a otto anni fa. Occorre recuperare la mappa aerea della zona, perché c’era un pozzo che è stato eliminato». L’assessore Carella, invece, sul crollo del muretto nella Villa comunale ha detto che «nella Villa comunale è crollato un muro e stiamo programmando un intervento. Ma la priorità è la funivia di Taormina e propongo al comandante di fare un affidamento per somma urgenza per rendere agibile la funivia in tempi brevi».

© Riproduzione Riservata

Commenti