Renato Panvino, Capo centro della Direzione Investigativa Antimafia (Dia) di Catania
Renato Panvino, Capo centro della Direzione Investigativa Antimafia (Dia) di Catania

Si trovava a passare sul Corso Umberto, per caso, il dottore Renato Panvino, il capo centro della Direzione Investigativa Antimafia (Dia) di Catania, quando ha sentito urlare la gente e ha visto una persona incappucciata che scappava dopo essere uscita dalla gioielleria Rapisarda. Il dottore Panvino, a quel punto, non ci ha pensato due volte a porsi all’inseguimento del malvivente e ha urlato “alt, polizia!”. L’uomo con il cappuccio è stato catturato e il dottore Panvino è riuscito a recuperare la borsa, che il ladro, senza pensarci troppo, aveva gettato lungo una scalinata. Mentre l’arma di uno dei malviventi è stata recuperata sul Corso. In quel momento è scattato il piano anti-rapine delle forze dell’ordine e la collaborazione tra Polizia di Stato e Corpo dei Carabinieri ha funzionato nel migliore dei modi. Dopo il gesto del dottor Panvino, non si è fatto attendere il ringraziamento del presidente dell’associazione albergatori Taormina, Italo Mennella, che ha voluto esprimere la propria riconoscenza al capo del centro della Direzione Investigativa Antimafia (Dia) di Catania per il suo operato e per quello che ha svolto durante la sua attività taorminese negli ultimi anni. Azioni che hanno sempre messo in primo piano la parola “sicurezza” e il pronto intervento delle forze dell’ordine di questa mattina ne è una dimostrazione. Il noto albergatore di Taormina, inoltre, ha voluto ringraziare tutte le forze dell’ordine, Carabinieri e Polizia, che si sono prodigate nell’operazione.

Già, ma cosa è successo questa mattina? In attesa di conoscere i dettagli dell’operazione congiunta da parte della Polizia di Stato e dei Carabinieri, che dovrebbero organizzare una conferenza stampa (probabilmente nella giornata di domani), si può affermare che due uomini, questa mattina, hanno tentato di realizzare una rapina a mano armata nella nota gioielleria Rapisarda posizionata lungo il Corso Umberto, ma dopo la confusione che si è creata in zona i due soggetti si sono allontanati: uno si è diretto da una parte e l’altro ha percorso la direzione opposta. I Carabinieri e la Polizia hanno attivato immediatamente le ricerche, dapprima singolarmente e in seguito in maniera congiunta. Il Corpo dei Carabinieri di Taormina ha catturato un soggetto, che è stato tratto in arresto, e la Polizia, nella zona di Porta Catania, ha arrestato l’altro rapinatore. Le indagini sono ancora in corso e si attendono delucidazioni dalla conferenza stampa delle forze dell’ordine.

Foto pistola del malvivente
Foto pistola del malvivente

© Riproduzione Riservata

Commenti