Taormina, scuola dell'infanzia Vittorino da feltre

Solite segnalazioni che si ripetono negli anni – Non solo scuola Ugo Foscolo. La questione degli edifici scolastici a Taormina riguarda anche altri plessi. Per quanto riguarda la scuola dell’Infanzia statale e regionale, infatti, sono diversi i punti che la dirigente scolastica, Carla Santoro, mette in evidenza ogni tre mesi alle istituzioni locali. Niente di segreto, tutto protocollato al comune di Palazzo dei Giurati. Una vicenda che, ormai, si trascina da molti anni e va al di là dell’attuale amministrazione comunale. Già, ma quali interventi sarebbero necessari per garantire la totale sicurezza dell’edificio?

Ecco gli interventi necessari – Innanzitutto si dovrebbe assicurare la messa in sicurezza del cortile antistante l’edificio, destinato e identificato come zona di raccolta in caso di evacuazione. In secondo luogo si dovrebbero sistemare avvolgibili e finestre, riparare la porta della caldaia, sostituire e assestare i sanitari dei bagni mal funzionanti, surrogare i neon non funzionanti, revisionare il portone d’ingresso e alcune porte interne che non garantiscono la dovuta chiusura, sostituire i vetri lesionati, revisionare le porte antipanico malfunzionanti, rimuovere le infiltrazioni di umidità dai muri dei corridoi, la tinteggiatura di aule e corridoi, ristrutturazione intonaco nei muri del corridoio a piano terra, logorati dall’umidità, con calcinacci cadenti e zoccoletti staccati. Inoltre si dovrebbe sostituire la moquette di gomma del corridoio del piano terra, gli estintori dovrebbero essere muniti di appositi ganci, bisognerebbe riparare termosifoni gocciolanti e integrarli con dei pomelli di apertura e chiusura e infine si dovrebbe sistemare la parete esterna dell’edificio e il cornicione da cui si staccano e pendono elementi che insistono sul cortile.

© Riproduzione Riservata

Commenti