Comune di Giardini Naxos
Comune di Giardini Naxos

L’associazione culturale “Idee in Movimento” non usa troppi giri di parole. L’ha dimostrato quando ha solidarizzato con BlogTaormina per le intimidazioni ricevute e lo dimostra oggi chiedendo il regolare funzionamento del Consiglio comunale di Giardini Naxos. «Ci sono dei momenti nella vita associativa di un organismo quale quello che mi onoro di presiedere in cui bisogna prendere posizioni, seppur con il necessario garbo e rispetto, nette, chiare, a volte difficili. L’abbiamo fatto molto recentemente a seguito delle intimidazioni subite dal giornale BlogTaormina con un comunicato dal titolo “Areopagitica: discorso per la libertà della stampa”, lo facciamo anche adesso su una tematica che ci sta molto a cuore e che rientra a pieno titolo nell’ambito della cultura istituzionale e politica di cui ci sentiamo portatori. Non è la prima volta che ci troviamo a sottolineare quanto sia importante il Consiglio Comunale all’interno di una comunità cittadina come quella di Giardini Naxos. Esso non può e non deve essere ridotto ad un dopo lavoro per i consiglieri o ad un passacarte della Giunta Comunale. L’organo nella sua collegialità e la figura del Presidente del Consiglio non solo hanno pari dignità, ma forse anche importanza superiore rispetto all’esecutivo», ha dichiarato il presidente Giuseppe Leotta.

Ciò che mette in luce l’associazione “Idee in Movimento” è che il Consiglio comunale è ormai fermo da circa due mesi: «Il Consiglio Comunale deve avere una propria agenda politica e la deve portare avanti pur nel rispetto della diversità dei ruoli, esso è il cuore pulsante dell’attività legislativa, deve essere protagonista e non comparsa. Fatta questa doverosa premessa desideriamo sottolineare il fatto, che definire inopportuno rappresenta un eufemismo, che il Consiglio Comunale di Giardini Naxos è fermo nelle sue attività da circa due mesi. In mezzo abbiamo avuto un grave alluvione che ha afflitto la cittadinanza e innumerevoli quesiti avanzati dall’opposizione consiliare, non esattamente inezie su cui discutere. Sarà che, come affermò un giovane luminare della politica naxiota tempo addietro sul social, l’apporto dei consiglieri non deve essere giudicato in accordo al loro lavoro in aula. Noi, tuttavia, abbiamo un’idea completamente opposta. Ci permettiamo dunque di rivolgerci al Presidente del civico consesso, Danilo Bevacqua, affinché prenda le redini dell’organismo che gli è stato affidato e lo spinga a lavorare e produrre come dovrebbe, in maniera efficiente e dignitosa».

Il presidente Giuseppe Leotta chiede di passare dalle parole ai fatti: «Abbiamo molto apprezzato, nel suo discorso di insediamento, il riferimento alle parole del pontefice, alla necessaria attitudine del costruire ponti al posto di muri, ora, però, alle parole devono seguire i fatti e per costruire quei punti cui si riferiva, signor presidente, bisogna mettersi al lavoro, tempestivamente, alacremente e dignitosamente. Da parte nostra l’impegno a piantare i semi di una rinnovata cultura politica e delle istituzioni all’insegna della legalità, della trasparenza, dell’inclusività e della partecipazione non verrà mai meno e, di contro, ci aspettiamo la stessa determinazione da parte delle istituzioni nell’affrontare e risolvere i numerosi problemi che affliggono il paese di Giardini Naxos».

© Riproduzione Riservata

Commenti