Statua “Testa II” danneggiata
Statua “Testa II” danneggiata

Una statua dal valore di 35 mila euro – In questi giorni, presso il Palazzo Duchi di Santo Stefano, la statua Testa II, un’opera in pietra del 1966 ubicata all’ultimo piano dell’edificio, in sala Estate, è stata danneggiata. Il suo valore stimato è di 35 mila euro. La statua si trovava addossata al pilastro centrale in posizione di assoluta sicurezza. Il fatto che ci sia stato questo incidente è qualcosa di molto grave. Al momento, inoltre, non è stata fatta nessuna comunicazione. Adesso bisognerà capire come è accaduto questo incidente e chi sono i colpevoli. Inoltre è necessario riflettere sulla fragilità delle opere di Mazzullo poste nel Palazzo Duchi di Santo Stefano senza alcuna protezione, soprattutto quando si svolgono varie manifestazioni culturali. L’opera, in pietra, rappresenta l’arte e la creatività del maestro Mazzullo e fa impressione il rattoppo realizzato. L’ex membro del Cda della Fondazione Mazzullo, l’avvocato Giuseppe Ragonese, parla di «un insulto all’opera del maestro Mazzullo».

Le dichiarazioni di Ragonese e Filistad – L’avvocato, per quanto riguarda il valore dell’opera, afferma che secondo una stima fatta fare da noi a quello che, sembra, sia un attuale collaboratore della Fondazione, signora Morgana, si aggira intorno ai 35 mila euro. E’ ovvio che un incidente può capitare, ma è anche ovvio che chi, come me e molti altri che stimano l’opera del maestro, si aspetti quantomeno una assunzione di responsabilità». Sulla stessa linea di pensiero anche Giuseppe Filistad, presidente dell’associazione culturale Art Promotion Taormina: «Attendiamo un’assunzione di responsabilità, a meno che, come oggi va di moda, non inizi lo scarica barile». Adesso, dunque, bisognerà capire come è potuto succedere qualcosa del genere.

© Riproduzione Riservata

Commenti