Scuola media Ugo Foscolo
Scuola media Ugo Foscolo

Questa mattina è avvenuta la riunione per stilare il famoso crono-programma promesso dal sindaco di Taormina, Eligio Giardina, dopo il nubifragio del 9 settembre e la protesta dei genitori preoccupati per le condizioni della scuola Ugo Foscolo. Questo crono-programma è l’intesa raggiunta tra istituzioni politiche e scolastiche, anche se bisognerà capire in che modo verrà realizzato il progetto considerando il progressivo avvicinarsi del dissesto economico-finanziario del comune di Taormina. Sta di fatto che questa mattina la dirigente scolastica, Carla Santoro, ha protocollato una richiesta con i lavori che dovrebbero essere svolti nella struttura scolastica. Si è partiti da questo punto e per ovvie ragioni ci si è concentrati solo sulla scuola Ugo Foscolo. Dunque è stata stilata una relazione tecnica che dovrebbe riguardare sia l’interno che l’esterno dell’edificio.

Nella relazione si parla di adeguamento sismico tramite la «realizzazione di nuove travature reticolari in acciaio inserite nella campata della zona palestra e della zona piscina; realizzazione di nuove contro-ventature verticali in acciaio inserite in alcune campate perimetrali dell’edificio; realizzazione di setti trasversali di irrigidimento in c.a. Inserite in alcune zone dell’edificio che non comportano problemi architettonici distributivi dell’edificio esistente; interventi di manutenzione straordinaria sulle parti metalliche strutturali esistenti con particolare cura per le zone a vista; sabbiatura di strutture metalliche nuove e vecchie. Gli interventi inoltre riguarderanno anche la parte interna. E’ previsto infatti che vengano smontati gli esistenti pavimenti e rivestimenti dei servizi igienici e il loro rifacimento avendo cura della sostituzione degli impianti di adduzione e di scarico e dei sanitari. Saranno inoltre eseguiti rifacimenti di porzioni di intonaco deteriorato e parte di controsoffittature interne. I lavori interni saranno completati da opere di rifinitura quali la tinteggiatura delle pareti e dei soffitti. Tra gli interventi previsti anche il rifacimento dell’impermeabilizzazioni delle terrazze di coperture, la manutenzione delle porzioni in cemento deteriorate quali cornicioni, travi e pilastri, la sostituzione degli infissi, la manutenzione di parti di intonaco deteriorato e la tinteggiatura delle pareti esterne con finiture ai silicati. Saranno inoltre adeguati i corpi di scala e le scale esterne»

Domani mattina l’ingegnere Puglisi sarà a scuola per verificare le situazioni in loco e quantificare le somme da spendere.

© Riproduzione Riservata

Commenti