Un documento approvato all’unanimità – I lavoratori della Polizia Municipale si sono riuniti in assemblea e hanno ribadito, di nuovo, di voler incontrare l’amministrazione comunale per risolvere i problemi evidenziati in queste settimane. È stata un’assemblea discussa e il Corpo della Polizia Municipale di Taormina ha avanzato delle richieste ben precise alla giunta della città. In primis è stata fatta «formale richiesta di convocazione del tavolo di contrattazione decentrata e, entro e non oltre sette giorni lavorativi affinché vengano posti in essere gli atti necessari, per la tutela dei diritti di tutti i dipendenti, non solo di coloro che prestano servizio nel Corpo della Polizia Municipale». In secondo luogo i dipendenti della Polizia Municipale ha chiesto «l’assunzione del personale vincitore del concorso di istruttore di vigilanza espletato nell’anno 2005, messa in opera di tutti gli atti utili per incrementare il personale del corpo stante l’esiguità degli operatori di Polizia Municipale molto al di sotto della previsione organica, nonché di età anagraficamente elevata».

«Messa a norma di tutti i locali comunali e del garage del Corpo» – Oltre alle richieste di convocazione, entro una settimana ,del tavolo di contrattazione e l’assunzione del personale vincitore del concorso di istruttore di vigilanza, i lavoratori della Polizia Municipale hanno affermato di voler «procedere ad azione legale per il pagamento delle spettanze ex articolo 13 legge 17/90 già stanziate e approvate e non liquidate per lavoro effettuato nell’anno 2014». Altro punto messo in luce è quello inerente il vestiario, di cui già avevamo parlato in questi giorni sottolineando che in questi anni diversi lavoratori sono stati costretti a pagare di tasca loro alcuni indumenti della divisa: «Fornitura del vestiario, quello attuale ormai consunto non idoneo per la dignità e il decoro del Corpo». Tra le richieste c’è anche la «messa a norma di tutti i locali comunali e del garage del Corpo, con avvertenza che nel caso contrario, verrà informata l’autorità competente».

«Controllo e rinfoltimento del parco veicoli» – Infine si chiede il «controllo e rinfoltimento del parco veicoli». Dunque lo stato di agitazione dei lavoratori della Polizia Municipale di Taormina, che hanno firmato all’unanimità il documento, «diventerà effettivo se entro sette giorni e non oltre l’amministrazione comunale non li convocherà per discutere le problematiche evidenziate».

© Riproduzione Riservata

Commenti